lunedì 24 Giugno 2024

Mieloma multiplo, rischio più alto per pazienti obesi

Uno studio realizzato da scienziati del Massachusetts General Hospital, pubblicato sulla rivista Blood Advances, ha evidenziato come i pazienti obesi sono più a rischio di mieloma multiplo

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Le persone affette da obesità potrebbero correre un rischio superiore al 70 per cento di sviluppare la gammopatia monoclonale di significato indeterminato (MGUS). Si tratta di una condizione benigna del sangue che pero’ può precedere il mieloma multiplo, un tumore delle cellule di plasma. 

Questi risultati fanno parte di uno studio, pubblicato sulla rivista Blood Advances, realizzato dagli scienziati del Massachusetts General Hospital. Il team, guidato da David Lee, ha reclutato 2.628 individui provenienti da tutti gli Stati Uniti considerati a rischio di sviluppare mieloma multiplo. I partecipanti sono stati sottoposti a screening per valutare l’eziologia e i fattori di rischio per MGUS. 

Mieloma multiplo, correlazioni con l’obesità

La gammopatia monoclonale di significato indeterminato, spiegano gli esperti, è una condizione caratterizzata dalla presenza di una proteina anomala prodotta dalle plasmacellule, ed è un noto precursore del mieloma multiplo. La maggior parte dei pazienti affetti da MGUS non presenta sintomi significativi, ma la condizione viene monitorata in quanto puo’ anticipare problematiche più gravi. 

Dai dati dei Centers for Disease Control and Prevention americani, circa il 42 per cento della popolazione statunitense è affetta da obesità. «Sebbene siano stati compiuti progressi significativi nella terapia del mieloma multiplo – afferma Lee – questa forma di tumore resta incurabile, e spesso viene diagnosticata quando gli organi vitali hanno subito danni importanti». 

Dopo aver considerato altri fattori importanti come età, genere, etnia, livello di istruzione e reddito medio, gli autori hanno scoperto che i partecipanti con obesità era associata a una probabilità del 73 per cento di sviluppare MGUS rispetto agli individui normopeso. La correlazione risultava invariata indipendentemente dall’attività fisica praticata. Anche il sonno disturbato e il vizio del fumo sembravano incrementare il rischio di gammopatia. 

Gli sviluppi dello studio

Come sottolineato dagli scienziati, il lavoro costituisce uno studio trasversale, un’istantanea di come alcune variabili fossero correlate tra loro, per cui, nonostante la forte correlazione emersa tra MGUS e fattori legati allo stile di vita, non è ancora possibile determinare una relazione di causalità. 

Per i prossimi step, il gruppo di ricerca mira a convalidare i risultati in altre coorti di studio. Obiettivo, esplorare i meccanismi attraverso cui il peso in eccesso e le abitudini di vita possano influenzare lo sviluppo e la progressione della gammopatia. «Questi risultati – conclude Lee – guideranno i prossimi approcci di ricerca. Speriamo di capire come alcuni fattori di rischio modificabili, come il peso, l’esercizio fisico e il fumo possano influenzare le probabilita’ di sviluppare il cancro. Prima di definire strategie sanitarie preventive efficaci contro il mieloma multiplo, dobbiamo comprendere meglio la relazione tra MGUS e fattori di rischio potenzialmente modificabili».

microscopio

Articolo aggiornato in data 22 Gennaio 2024
© Stampa Italiana 2020-2024 | Riproduzione riservata
www.stampaitaliana.online

Consigliati per te

Nuovi ingressi in Anica Academy Ets: Fondazione Eos e Labs di Fapav

Il CdA di Fondazione Anica Academy ETS, presieduto da Francesco Rutelli, ha approvato all'unanimità l’ingresso di altre due realtà che costituiscono un fiore all’occhiello del settore cinema e audiovisivo: Fondazione EOS - Edison Orizzonte Sociale ETS e LABS - Learn Antipiracy Best Skills di Fapav

Autrici a confronto, un incontro sulla violenza di genere

Tre libri con un unico filo conduttore, quello della violenza di genere e degli spunti per contrastarla. Questi i temi che hanno caratterizzato la rassegna Autrici a confronto, un incontro organizzato dall’On. Martina Semenzato, presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sul femminicidio

Giornali del Portogallo: l’elenco aggiornato

Dopo aver consultato il nostro elenco dei giornali italiani e avere visionato una o più testate giornalistiche presenti nelle nostre liste regionali, abbiamo pensato che poteva essere di tuo interesse anche una selezione dei giornali del Portogallo (jornais portugueses)