sabato 25 Maggio 2024

Treni storici in Sicilia, tornano le vetture della Fondazione FS

Un totale di 51 appuntamenti dal 12 agosto sino al 10 dicembre. A illustrare il programma Elvira Amata, assessore al Turismo, sport e spettacolo della Regione Siciliana e Luigi Cantamessa, direttore generale della Fondazione Fs

Tempo di lettura stimato: 5 minuti

treni storici in sicilia

Sui binari della Sicilia tornano i treni storici della Fondazione FS, con un ricco programma che, da agosto a dicembre, permetterà di ammirare luoghi fra i più belli e affascinanti dell’isola. L’iniziativa, sostenuta e promossa dalla Regione Siciliana tramite l’assessorato del Turismo, dello sport e dello spettacolo, è realizzata in collaborazione con la Fondazione FS.

Collegamenti e itinerari sono stati illustrati nel corso di una conferenza stampa, nel salone dei mosaici della stazione di Messina Marittima, da Elvira Amata, assessore regionale al Turismo, sport e spettacolo, Luigi Cantamessa, direttore generale della Fondazione FS e Sandro Pappalardo, consigliere di amministrazione dell’Eni – Agenzia nazionale turismo. Un treno storico, in partenza dal binario 1 della stazione di Messina Centrale, ha poi percorso l’itinerario da Messina sino a Capo D’Orlando.

Treni storici in Sicilia, cosa prevede l’edizione 2023

Il programma dei treni storici in Sicilia prevede 51 appuntamenti sulle più belle e panoramiche linee ferroviarie dell’Isola e prenderà il via sabato 12 agosto per concludersi domenica 10 dicembre. Itinerari alla scoperta di un territorio ricco di bellezze storiche, architettoniche e di sapori unici, immaginato per connettere alcuni dei centri urbani più importanti, come Palermo, Siracusa, Agrigento, Messina, Caltanissetta, Trapani, con luoghi custodi di panorami mozzafiato, sapori unici e storia millenaria, come Cefalù, Modica, Ragusa, Tusa, Porto Empedocle, Giarre, Castelvetrano. A ciascun itinerario in treno storico sono associate visite ed escursioni a cura dell’assessorato al Turismo, sport e spettacolo della Regione Siciliana.

Fra le novità di questa edizione, quindi, accanto alle carrozze Centoporte degli anni ’30 e Corbellini, la Fondazione FS, infatti, su esplicita richiesta dell’assessorato regionale, ha introdotto anche nuove tipologie di materiale rotabile storico, in particolare un bagagliaio capace di trasportare fino a 50 biciclette per tratta con l’obiettivo di incentivare l’intermodalità treno+bici sugli itinerari percorsi dai convogli d’epoca.

Il costo dei biglietti per il 2023 è di 2 euro a tratta per tutte le circolazioni in calendario. I titoli di viaggio saranno acquistabili su tutti i canali di vendita Trenitalia e direttamente a bordo treno fino ad esaurimento dei posti disponibili. Maggiori informazioni sui canali social e web della Fondazione Fs.

LEGGI ANCHE: Affittare un treno: cosa fare, costo e contatti

Valorizzare percorsi e itinerari

«Anche per il 2023 la Regione Siciliana – ha sottolineato l’assessore Elvira Amata – promuove i treni storici, iniziativa ormai consolidata che coniuga in modo significativo l’idea di riproporre convogli d’epoca con l’obiettivo di valorizzare percorsi e itinerari sulle più belle e panoramiche linee ferroviarie della Sicilia. È un’occasione concreta di rafforzare, rendere compatibili e reciprocamente funzionali diversi segmenti del comparto turistico, da quello lento a quello sostenibile ed esperienziale, con l’intento di proporre un’offerta turistica il più possibile integrata e adeguata alle aspettative del visitatore, in piena coerenza con lo spirito che anima la programmazione dell’assessorato. Sono certa – conclude l’esponente della Regione Siciliana – che anche quest’anno registreremo sulle varie tratte ferroviarie in programma lo stesso entusiasmo e il particolare successo già riscosso nelle precedenti edizioni».

«Quest’anno – ha detto il direttore generale della Fondazione FS, Luigi Cantamessa – venendo incontro alle specifiche richieste dell’assessorato al Turismo della Regione Siciliana, abbiamo ulteriormente potenziato l’offerta dei treni storici sui binari della Trinacria. Ben 51 collegamenti che consentiranno ai turisti, e non solo, di visitare i territori più belli dell’Isola arrivandovi a bordo di antiche vetture perfettamente restaurate».

Inoltre, ha aggiunto, «a partire da questa stagione, in composizione ai treni storici ci sarà anche una speciale carrozza bagagliaio allestita per il trasporto di 50 biciclette. Ecco dunque – conclude Cantamessa – tutti gli ingredienti per dare un importante contributo alla crescita qualitativa del turismo esperienziale in Sicilia».

treni storici in sicilia: amata, pappalardo, cantamessa
Da sinistra: Sandro Pappalardo, Luigi Cantamessa, Elvira Amata a bordo della carrozza di un treno storico (foto da Uff. stampa Regione Siciliana)

I treni storici in Sicilia, il programma

Ecco nel dettaglio il programma dell’iniziativa dedicata ai treni storici in Sicilia per questo 2023:

  • Treno dei Templi: Caltanissetta – Agrigento bassa – Porto Empedocle S. (pomeridiano/serale): 3
  • Treno dei Templi: Caltanissetta – Agrigento bassa – Porto Empedocle S. (diurna): 3
  • Il Treno del Cioccolato: Caltanissetta -Modica: 1  
  • Treno dei Normanni: Messina – Cefalù: 1
  • Treno del Pistacchio: Messina – Giarre (Circumetnea): 1
  • Treno di Ortigia: Messina – Siracusa: 1
  • Treno del Mare e delle Civiltà Antiche: Palermo – Castelvetrano: 16
  • Treno dell’Olio e della Magna Grecia: Palermo – Castelvetrano: 2
  • Treno dei Templi: Palermo – Porto Empedocle: 2
  • Treno delle Stelle: Palermo – Roccapalumba: 1
  • Treno dell’Arte: Palermo  – Tusa: 3
  • Treno della Ceramica: Siracusa – Caltagirone: 1
  • Treno del Pistacchio: Siracusa – Giarre: 1
  • Treno del Barocco: Siracusa – Ragusa (pomeridiano/serale): 6  
  • Treno del Barocco: Siracusa – Ragusa (diurno): 6
  • Treno del Cioccolato: Siracusa – Modica (diurno): 1
  • Treno del Cioccolato: Siracusa – Modica (serale): 1
  • Treno dell’Olio e della Magna Grecia: Trapani – Castelvetrano: 1

Articolo aggiornato in data 4 Agosto 2023
© Stampa Italiana 2020-2024 | Riproduzione riservata
www.stampaitaliana.online

Nuovi ingressi in Anica Academy Ets: Fondazione Eos e Labs di Fapav

Il CdA di Fondazione Anica Academy ETS, presieduto da Francesco Rutelli, ha approvato all'unanimità l’ingresso di altre due realtà che costituiscono un fiore all’occhiello del settore cinema e audiovisivo: Fondazione EOS - Edison Orizzonte Sociale ETS e LABS - Learn Antipiracy Best Skills di Fapav

Il cenacolo delle donne, un libro di Matilde Tortora

Cosa direbbero le donne della famiglia Manzoni se si ritrovassero un giorno riunite in una stanza con le protagoniste de I Promessi Sposi? Questo incontro immaginato che spazia fra realtà storiche e immaginazione prende vita nelle pagine de “Il cenacolo delle donne” di Matilde Tortora pubblicato da Graus edizioni

Giornali del Portogallo: l’elenco aggiornato

Dopo aver consultato il nostro elenco dei giornali italiani e avere visionato una o più testate giornalistiche presenti nelle nostre liste regionali, abbiamo pensato che poteva essere di tuo interesse anche una selezione dei giornali del Portogallo (jornais portugueses)