lunedì 24 Giugno 2024

Montagna sicura e Valle d’Aosta per monitorare rischio glaciale

Si tratta di una delibera che nasce dalle indicazioni del Piano di monitoraggio dei rischi glaciali dal quale si evincono specifiche situazioni di rischio glaciale

Tempo di lettura stimato: 4 minuti

L’assessorato delle Opere pubbliche, Territorio e Ambiente della Regione Valle d’Aosta comunica l’approvazione, da parte del Governo regionale su proposta dell’Assessore Davide Sapinet, di una nuova convenzione tra la Regione e la Fondazione “Montagna sicura – Montagne sûre”, per attività di ricerca e monitoraggio di situazioni di rischio glaciale sul territorio valdostano, per il periodo gennaio – dicembre 2024.

La deliberazione approvata, spiega l’Assessore alle Opere pubbliche, Territorio e Ambiente Davide Sapinet, «nasce dalle indicazioni del Piano di monitoraggio dei rischi glaciali dal quale si evincono specifiche situazioni di rischio glaciale. In particolare per i Ghiacciai delle Grandes Jorasses, del Planpincieux e del Praz-Sec in Val Ferret e per il lago di Grand Croux di Cogne che necessitano specifici interventi di analisi che saranno oggetto dell’attività della Fondazione nel corso dell’anno, a supporto del Dipartimento programmazione, risorse idriche e territorio, dell’Assessorato opere pubbliche, territorio e ambiente della Regione».

Montagna sicura, le attività antirischio

Le attività che saranno svolte dalla Fondazione “Montagna sicura – Montagne sûre” nell’anno 2024 e che rientrano nella convenzione approvata consistono nella ricerca e nel monitoraggio di situazioni di rischio glaciale sul territorio valdostano. 

Per il Ghiacciaio Whymper, Grandes Jorasses – Val Ferret, in Comune di Courmayeur – con un ruolo di coordinamento e supporto tecnico all’attuazione del Progetto “I Ghiacciai valdostani sentinelle del cambiamento climatico”, finanziato con Fondi FSC (Fondo di sviluppo e coesione nazionale), di cui la Fondazione è stata individuata quale Soggetto. Progetto che comporta l’installazione di strumentazione e servizi utili al monitoraggio di situazioni di rischio glaciale sull’apparato in oggetto, la gestione del sistema Radar GBInSAR per il monitoraggio della fronte glaciale del Seracco Whymper, la gestione del sistema di monitoraggio fotografico presso la Stazione dell’Helbronner di SkyWay Monte Bianco. 

Oltre alla coordinazione e manutenzione del sistema di monitoraggio topografico; produzione dei Report di allertamento, in applicazione delle procedure e alle valutazioni tecnico-scientifiche sulla dinamica del Ghiacciaio in caso di dinamiche anomale e produzione di appositi Report periodici alla Regione.

montagna sicura e valle d'aosta

Le altre misure

Il Ghiacciaio di Planpincieux – Val Ferret, in Comune di Courmayeur – per il quale sono previsti coordinamento e supporto tecnico all’attuazione del Progetto “I Ghiacciai valdostani sentinelle del cambiamento climatico”, finanziato con Fondi FSC (Fondo di sviluppo e coesione nazionale), che comporta l’installazione di strumentazione e servizi utili al monitoraggio di situazioni di rischio glaciale sull’apparato in oggetto; gestione e analisi dei dati del Radar interferometrico (GBInSAR) per il monitoraggio dell’apparato; analisi dei dati del sistema di monitoraggio fotografico installato sul Mont de La Saxe 5 (Courmayeur), in collaborazione con il Geohazard Monitoring Group – GMG del CNR-IRPI di Torino (proprietario del sistema).

Inoltre, l’analisi in regime ordinario dei dati del Radar doppler (gestito in carico e da parte del Comune di Courmayeur) ai fini delle attività di allertamento; produzione dei Report di allertamento, in applicazione delle procedure; valutazioni tecnico-scientifiche sulla dinamica del Ghiacciaio in caso di dinamiche anomale e produzione di appositi Report periodici alla Regione.

Per il Ghiacciaio di Praz-Sec – Val Ferret, in Comune di Courmayeur attraverso un’analisi sperimentale di dati da Radar interferometrico (GBInSAR) – a partire dalla data di installazione da parte della Regione e un’analisi qualitativa delle immagini da fotocamera installata e gestione del sistema; produzione di appositi Report periodici alla Regione.

Infine, per il Lago glaciale di Grand Croux, in Comune di Cogne con l’analisi dell’evoluzione della situazione ed effettuazione di sopralluoghi mirati da parte dei tecnici della Fondazione, in relazione alle possibili evoluzioni.

Articolo aggiornato in data 15 Gennaio 2024
© Stampa Italiana 2020-2024 | Riproduzione riservata
www.stampaitaliana.online

Consigliati per te

Nuovi ingressi in Anica Academy Ets: Fondazione Eos e Labs di Fapav

Il CdA di Fondazione Anica Academy ETS, presieduto da Francesco Rutelli, ha approvato all'unanimità l’ingresso di altre due realtà che costituiscono un fiore all’occhiello del settore cinema e audiovisivo: Fondazione EOS - Edison Orizzonte Sociale ETS e LABS - Learn Antipiracy Best Skills di Fapav

Autrici a confronto, un incontro sulla violenza di genere

Tre libri con un unico filo conduttore, quello della violenza di genere e degli spunti per contrastarla. Questi i temi che hanno caratterizzato la rassegna Autrici a confronto, un incontro organizzato dall’On. Martina Semenzato, presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sul femminicidio

Giornali del Portogallo: l’elenco aggiornato

Dopo aver consultato il nostro elenco dei giornali italiani e avere visionato una o più testate giornalistiche presenti nelle nostre liste regionali, abbiamo pensato che poteva essere di tuo interesse anche una selezione dei giornali del Portogallo (jornais portugueses)