GP del Made in Italy, la Ferrari correrà in casa nella corsa di Imola
La Ferrari di Charles Leclerc

Semafori verdi per il Made in Italy. Il ritorno della Formula 1 e del Mondiale Superbike e della Moto GP in Emilia Romagna, vedranno la declinazione a tema Made in Italy degli eventi. Si inizierà questo fine settimana, dal 16 al 18 aprile, con la Formula 1 e il “Pirelli GP del Made in Italy e dell’Emilia Romagna”. Dai manifesti ufficiali, alla brandizzazione dei tracciati con banner fisici e digitali su maxischermi, nei giorni di prove libere, qualificazione e gara.

Col ritorno del Circus all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola, nella Motor Valley il grande sport diventa uno strumento di promozione dell’eccellenza italiana e dell’automotive. Questo grazie all’accordo tra Ministero Affari esteri, Agenzia Ice e Regione Emilia-Romagna con una campagna multivello da 5 milioni di euro.

Portale Made in Italy
Madeinitaly.gov.it, un portale dedicato alle eccellenze italiane

Ripartire dall’eccellenza

Nell’anno segnato dalla pandemia, questa iniziativa vuole essere un segnale forte di ripartenza. Grandi eventi sportivi di rilievo internazionale diventano, così, vetrine per la valorizzazione del Made in Italy. Oltre al Gran Premio di Formula 1, infatti, verranno coinvolti anche gli altri principali appuntamenti motoristici della stagione: dal Mondiale Superbike a Misano Adriatico (13 giugno), alla MotoGP (19 settembre)  e al Motor Valley Fest a Modena (dall’1 al 4 luglio).

Da banner fisici e “digitali” lungo i circuiti a contenuti video durante le dirette degli eventi e trasmissioni tv dedicate fino a campagne digital e un portale dedicato. Inoltre, incontri virtuali B2B fra imprese italiane e operatori esteri, presenza ad eventi internazionali e, su tutto, un’immagine globale, coordinata ed univoca, inneggiante al Made in Italy, una delle realtà più ammirate (e copiate) al mondo.

Il brand “MadeinItaly.gov.it” realizzato da Aldo Drudi, rimanderà a un sito appositamente creato da Maeci e Ice e lanciato per la prima volta in occasione del GP del Made in Italy a Imola, puntando a diventare la vetrina dell’Italia nel mondo. Attraverso il sito ricco di contenuti video emozionali, infatti, i visitatori stranieri potranno scoprire i punti di forza della nostra manifattura, del nostro territorio e la tradizione. L’eccellenza e la bellezza che solo essi sanno esprimere. Si potrà anche accedere alle vetrine dedicate al Made in Italy dai principali marketplace mondiali, frutto di 28 accordi già realizzati dall’Agenzia Ice per 7mila Pmi esportatrici in 190 Paesi.

Valorizzare l’unicità del Paese

Obiettivo della campagna, che prende il via con il GP del Made in Italy è quello di valorizzare a livello mondiale quel connubio di tradizione e innovazione, qualità della manifattura e ricerca applicata, passione imprenditoriale e stile unico, che rendono le auto e moto realizzate nel nostro Paese le più desiderate e ammirate nel mondo. Allo stesso tempo si vogliono favorire nuove opportunità B2B legate alla filiera dell’automotive. Grazie all’iniziativa, inoltre, si intende generare consapevolezza sul Paese e le sue potenzialità, promuoverne la scoperta e sostenerne l’export, nonché aggregare risorse, progettualità e start up dedicate alla mobilità del futuro.

I commenti all’iniziativa

Questa partenza quindi darà il via a un vero e proprio rilancio grazie a quelli che sono i punti di forza del Paese. Ne è convinto il Governatore dell’Emilia Romagna, Stefano Bonaccini: «Quella dell’Emilia-Romagna è la vera Motor Valley mondiale – ricorda – Uno dei punti di forza di questa regione, ma anche una delle principali espressioni del Made in Italy nel mondo. Un distretto senza eguali, che negli anni ha saputo saldare spirito imprenditoriale, creatività e capacità di innovazione, passione per i motori, caratteristiche che si ritrovano a pieno in marchi unici nel panorama internazionale, che qui hanno casa e radici. Oggi più che mai questo straordinario patrimonio diventa strumento di rilancio per il Paese».

Soddisfatto anche il Sottosegretario al ministero degli Affari esteri e della cooperazione internazionale, Manlio Di Stefano: «Stiamo mantenendo gli impegni presi – spiega – e lo stiamo facendo con vigore e con visione, dando attuazione alle linee programmatiche, per quanto riguarda l’aspetto comunicativo, con iniziative come quella di associare il Made in Italy ad un Gran Premio di Formula 1: perché il “bello e ben fatto” italiano va forte come una macchina da corsa».

GP del Made in Italy, firma del manifesto della gara di Imola
Il Sottosegretario Manlio Di Stefano e il Governatore Stefano Bonaccini firmano il manifesto del GP di Imola

Il “via alle corse”, con il GP del Made in Italy, partirà questo fine settimana a Imola, come ricorda il Primo Cittadino, Marco Panieri: «Il Gran Premio di F.1 ad Imola, all’interno della Motor Valley, cuore motoristico della regione Emilia-Romagna, è il frutto dell’ottimo gioco di squadra di tutti gli organizzatori. E’ il segno della ripartenza e della fiducia nel futuro non solo del territorio che lo ospita, ma dell’intero ‘Sistema Paese’, con il suo Made in Italy».