Fare Verde Civitavecchia, successo per l’iniziativa “Il mare d’inverno”

Spiagge e fondali tornano a brillare grazie ai volontari dell’associazione ambientalista. La XXX edizione dell’iniziativa, nata per ripulire i litorali italiani, ha visto una buona partecipazione nonostante il maltempo. Al termine dell’evento i partecipanti hanno stilato una “classifica” dei rifiuti raccolti

66
Fare Verde Civitavecchia, i volontari puliscono la spiaggia
I volontari di Fare Verde puliscono la spiaggia di Civitavecchia

Il cattivo tempo non ferma l’ecologia. I volontari di Fare Verde Civitavecchia, infatti, nonostante le condizioni meteorologiche non ottimali, hanno confermato la loro presenza per l’iniziativa “Il mare d’inverno”. Giunta alla XXX edizione la manifestazione, patrocinata dalla Commissione UE – Rappresentanza per l’Italia, dal Ministero dell’Ambiente, dalla città di Civitavecchia e con la collaborazione del Comando Generale della Guardia Costiera, ha visto i componenti dell’associazione ambientalista insieme ai cittadini intervenuti effettuare la  pulizia della spiaggia della Marina di Civitavecchia.

Alla manifestazione, seguita da alcuni media locali e nazionali hanno partecipato anche l’on. Alessandro Battilocchio e i consiglieri comunali Mirko Mecozzi, Roberta Morbidelli. I volontari hanno effettuato un resoconto della giornata e dei rifiuti raccolti sui siti in cui sono intervenuti. Oltre alla spiaggia, infatti, la giornata ha visto anche la pulizia dei fondali della “Punta del Pecoraro” e del “Pirgo”. Un’operazione realizzata grazie alla partecipazione degli operatori subacquei del Centro Sportivo NADIR di Roma, del Centro Sportivo Polifunzionale ROMA A.S.D. e con il  supporto logistico dal Centro Nautico NASIM-Porto Riva di Traiano.

Fare Verde Civitavecchia, sommozzatori puliscono i fondali del Pirgo e della Punta del Pecoraro
Sommozzatori durante la pulizia dei fondali

Il resoconto dell’iniziativa

Durante l’intervento di pulizia della Marina di Civitavecchia i partecipanti hanno raccolto numerose buste di carta di un noto locale contenenti bottiglie e lattine. Il tutto abbandonato nei pressi dell’anfiteatro di Piazza degli Eventi. Invece, per quanto riguarda le attività subacquee, gli operatori hanno precisato che il fondale antistante al “Pirgo” è pulito al contrario della “Punta del Pecoraro”. Qui, infatti, sono stati rinvenuti pneumatici per auto, paratie in ferro per barca, un’ancora, catene,  materiale in legno, cassette di polistirolo e un pneumatico per autocarro.

Al termine della manifestazione, i volontari dell’associazione hanno realizzato una “hit – parade” dei rifiuti per verificare cosa il mare restituisca all’uomo.  Nella circostanza, hanno raccolto 15 sacchi di plastica per rifiuti contenenti bottiglie di vetro, carta, mozziconi di sigaretta, cialde da caffè, lattine di alluminio, tappi e bicchieri di plastica. 

Fare Verde Civitavecchia, alcuni rifiuti raccolti dai volontari
Alcuni rifiuti raccolti dai volontari di Fare Verde Civitavecchia

Continuare a proteggere l’ambiente

L’iniziativa di Fare Verde Civitavecchia, promossa dal Presidente Paolo Giardini e dalla vice-Presidente Valentina Flacchi, ha un duplice obiettivo. Continuare a denunciare il grave fenomeno dell’erosione che colpisce le nostre coste e il pericolo della plastica che invade l’arenile italiano, ma non solo. È necessario riportare al centro dell’attenzione la necessità di ridurre i rifiuti alla fonte, riutilizzarli e riciclarli il più possibile, nell’ottica di un’economia circolare e del rispetto per Madre Natura. La manifestazione “Il mare d’Inverno”, infatti, nasce per ricordare come il mare e le spiagge siano un bene prezioso del nostro Paese. Una risorsa che va tutelata, protetta e rispettata non solo d’estate, ma tutto l’anno.