Made in Italy, come avere la certificazione 100 per cento

Ottenere questo riconoscimento è una garanzia in più sulla qualità del prodotto, dai materiali utilizzati alla lavorazione

Per un prodotto, ottenere la certificazione 100% made in Italy è una garanzia in più. Basti pensare ai prodotti della tavola e ai vini, famosi in tutto il mondo. In modo particolare, però, sono i prodotti della moda e dell’artigianato quelli che con la certificazione di essere stati realizzati nel nostro Paese acquistano una marcia in più agli occhi dei consumatori, soprattutto all’estero. Per ottenere la tanto ambita certificazione è necessario effettuare alcuni passaggi.

LEGGI ANCHE: Made in Italy, tutte le certificazioni e come ottenerle


Certificazione 100% Made in Italy: garanzie del prodotto

Sul portale madeinitaly.org è possibile trovare la procedura che i produttori devono rispettare per ottenere la certificazione 100% Made in Italy. Tutti i prodotti devono rispettare una serie di caratteristiche che, poi, sono quelle che hanno più appeal verso i consumatori: la qualità, l’origine del prodotto, il suo status, l’appartenenza e il prezzo.

LEGGI ANCHE: Shopping made in Italy, per sostenere l’eccellenza basta un click

Mentre quest’ultimo è garanzia dei prodotti importati e che vengono dalla grande distribuzioni, lo status e l’appartenenza valgono soprattutto per i prodotti più conosciuti e pubblicizzati, mentre la qualità e l’origine del prodotto sono le caratteristiche che contraddistinguono i marchi dopo, igp, doc e doc e i 100% made in Italy.


I procedimenti da seguire

Per ottenere la certificazione 100% made in Italy è necessario rispettare i seguenti requisiti. Come prima cosa l’azienda sottoscrive volontariamente il regolamento del sistema IT01 e la richiesta di certificazione. I prodotti devono essere realizzati interamente nel nostro Paese, essere frutto unicamente del lavoro dell’azienda (sia intellettuale che manifatturiero) e assicurare la tracciabilità. I materiali utilizzati devono essere di qualità, bisogna seguire lavorazioni tradizionali tipiche e realizzare i prodotti nel rispetto del lavoro, dell’igiene e della sicurezza.

LEGGI ANCHE: Caffè italiano: l’elenco dei produttori aggiornato 


Certificazione 100% Made in Italy: v
alidità e rintracciabilità

Verificata l’esistenza dei requisiti, l’Istituto per la Tutela dei Produttori italiani accorda la certificazione che ha la validità di 1 anno. Entro 30 giorni dal riconoscimento, un incaricato dell’associazione verificherà la regolarità dei requisiti presentati dall’azienda e entro un mese confermerà l’ottenimento della certificazione inserendo l’azienda nel Registro Nazionale Produttori Italiani. Per rintracciare un prodotto e verificare che un’azienda abbia ottenuto la certificazione 100% Made in Italy, è possibile consultare l’apposito portale.

LEGGI ANCHE: Giornali italiani: l’elenco aggiornato

Articolo aggiornato in data 25 Agosto 2022
© Riproduzione riservata