lunedì 24 Giugno 2024

“Aspetta a morire che finisco la partita”,  un libro di Davide Pongetti

L'autore bolognese Davide Pongetti presenta "Aspetta a morire che finisco la partita", venti racconti brevi dove vita quotidiana e fantasia si fondono per dare vita ad atmosfere surreali.

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

“Aspetta morire che finisco la partita”: 20 storie fulminanti di mare, surf, amore, Martini, morte e gabbiani. Momenti di vita quotidiana sono ribaltati dalla lente ironica della fantasia che crea atmosfere surreali, oniriche, salate al palato. Parlano di perdita, passione e del senso di alienazione nel vivere una vita che sentiamo volare via fra le dita. Questi racconti sono impalcature leggere di bugie, piccole deformazioni della realtà che racchiudono residui di verità.

“Aspetta a morire che finisco la partita”: la presentazione dell’opera

Una raccolta di racconti brevi in cui scene di vita quotidiana sono filtrate dalla lente della fantasia che crea atmosfere surreali, paradossali, oniriche, tra l’incubo e l’allucinazione visionaria per parlarci di perdita, morte, passione e del senso di alienazione nel vivere una vita che sentiamo non appartenerci più. Questi racconti sono impalcature di bugie, deformazioni della realtà che racchiudono residui di verità.

L’estratto

“Aspetta morire che finisco la partita”

Dal racconto “Sotto le unghie”
“Vienimi a cercare dopo che sarai partito vieni a casa mia a bere un bicchiere quando starai male, vieni la notte quando non sentirai più le ossa, suona il campanello di casa per farmi scendere le scale quando non avrai più gambe. Prendi i miei occhi quando ti sognerò. Tienimi le mani strette quando non avrai più mani perché tutto quello che non avrai più lo custodirò io sotto la superficie delle mie unghie finché avrò respiro.”

Recensione “Aspetta a morire che finisco la partita”

Venti racconti, caratterizzati da una ottima scrittura fresca e scorrevole. Ogni racconto lascia emozioni incompiute, tanto che vorresti che ognuno di essi fosse un libro a sé. Quando si tratta di racconti, è sempre difficile scrivere una recensione che sia omogenea, soprattutto se gli argomenti sono diversi.

Il racconto che è rimasto in memoria è “La partita” perché il protagonista è legato ai ricordi di una vita passata, fatta di divertimenti, amici, spensieratezza. Ma quando si accorge e guarda in faccia alla realtà, tutto cambia colore per lasciare spazio alla malinconia.

Davide Pongetti, la biografia

Nato nel 1966 a Bologna, dove tuttora vive. È medico chirurgo odontoiatra, appassionato di letteratura, cinema, pittura, sport, viaggi, cultura orientale, meditazione. I suoi racconti parlano spesso di personaggi fantastici, figure di una mitologia del tutto personale.
Questo è il suo primo libro.

Dove acquistare il libro

Il libro dell’autore Davide Pongetti è acquistabile su Amazon.

Recensione e promozione del libro “Aspetta a morire che finisco la partita (Racconti)” a cura di Silvana Carolla Fiera del Libro Online

Articolo aggiornato in data 27 Marzo 2024
© Stampa Italiana 2020-2024 | Riproduzione riservata
www.stampaitaliana.online

Consigliati per te

Nuovi ingressi in Anica Academy Ets: Fondazione Eos e Labs di Fapav

Il CdA di Fondazione Anica Academy ETS, presieduto da Francesco Rutelli, ha approvato all'unanimità l’ingresso di altre due realtà che costituiscono un fiore all’occhiello del settore cinema e audiovisivo: Fondazione EOS - Edison Orizzonte Sociale ETS e LABS - Learn Antipiracy Best Skills di Fapav

Autrici a confronto, un incontro sulla violenza di genere

Tre libri con un unico filo conduttore, quello della violenza di genere e degli spunti per contrastarla. Questi i temi che hanno caratterizzato la rassegna Autrici a confronto, un incontro organizzato dall’On. Martina Semenzato, presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sul femminicidio

Giornali del Portogallo: l’elenco aggiornato

Dopo aver consultato il nostro elenco dei giornali italiani e avere visionato una o più testate giornalistiche presenti nelle nostre liste regionali, abbiamo pensato che poteva essere di tuo interesse anche una selezione dei giornali del Portogallo (jornais portugueses)