Bergamo e Brescia sul New York Times e Roma su Tripadvisor

Il quotidiano statunitense ha parlato delle due città lombarde che hanno da poco raccolto il testimone da Procida diventando, per l’anno corrente, le capitali italiane della cultura. La Capitale, invece, in un sondaggio realizzato dalla nota app di viaggi, è risultata essere il luogo dove si mangia meglio nel mondo

Tutti pazzi per l’Italia. Cibo e cultura, sono da sempre due settori che attirano sul nostro Paese le attenzioni di migliaia di turisti. Un trend che proseguirà e, probabilmente, aumenterà anche in questo 2023. Recentemente, infatti, tre nostre città sono finite agli onori delle cronache internazionali: Bergamo e Brescia sul New York Times e Roma in una classifica di Tripadvisor.

Le due città lombarde hanno da poco raccolto il testimone da Procida diventando, per l’anno corrente, le capitali della cultura italiane. La Capitale, invece, in un sondaggio realizzato dalla nota app di viaggi, è risultata essere il luogo dove si mangia meglio nel mondo. 

Bergamo e Brescia sul New York Times, perché visitarle

Quest’anno, rispetto alle classiche mete ricercate dai turisti come le tante città d’arte del nostro Paese, Bergamo e Brescia entrano nella classifica del New York Times per via dei tanti eventi, oltre 100, che le vedranno protagoniste nel 2023. Essere capitali della cultura italiana è anche una grande occasione di rilancio per questi due luoghi che, negli ultimi anni, sono finiti nelle cronache per via delle gravi conseguenze dovute alla pandemia di Covid-19. 

Il Nyt ricorda le bellezze di Bergamo divisa fra la città Alta e la Bassa in un mix fra antico e moderno. Nel caso di Brescia, invece, il quotidiano loda la presenza di tracce risalenti dall’epoca romana al Rinascimento. Il tutto senza dimenticare le bontà della tavola con piatti come la polenta targata o i casoncelli. 

LEGGI ANCHE: Lombardia, non è solo affari. Ecco cosa fare e vedere

Il riconoscimento è stato salutato con favore anche dal ministro del Turismo, Daniela Santanché. In un messaggio sul suo account Twitter ha affermato: «Una bella soddisfazione leggere, fra le 52 mete suggerite dal New York Times per il 2023, Bergamo e Brescia, le capitali italiane della cultura di quest’anno. Un’occasione che, come Italia, dobbiamo sfruttare al meglio per attrarre turisti da ogni parte del mondo».

Bergamo e Brescia sul New York Times
L’immagine postata sui social del ministero del Turismo riguardo a Bergamo e Brescia sul New York Times (immagine da Facebook @MinTurismo)

La classifica del New York Times

Ogni anno, il noto quotidiano statunitense stila la lista dei 52 luoghi da visitare nel mondo. In sostanza, quasi una tappa a settimana alla scoperta di cibo, cultura, avventura e bellezze naturali.

A dominare la “52 Places to go in 2023” è Londra. La capitale del Regno Unito è al centro dell’interesse mondiale soprattutto per via della prossima cerimonia di incoronazione di Re Carlo III.  Seguono in classifica Morioka in Giappone e il parco Navajo della Monument Valley in Arizona.  

Roma capitale del cibo

Anche la Città Eterna finisce nel mirino dei viaggiatori. Ovviamente, Roma non ha bisogno di “spinte” e inviti a visitarla essendo una delle mete preferite dai turisti ogni anno. Ma dopo Bergamo e Brescia sul New York Times, anche la Capitale finisce in una classifica. Quella stilata dal portale Tripadvisor sui luoghi migliori in cui mangiare nel mondo. 

Nel “Travelers’ Choice Best of the Best 2023” Roma ottiene il primo posto per la sua cucina ricca di piatti della tradizione come la carbonara. Inoltre, la Capitale si piazza al quarto posto come meta più visitata nel mondo. 

 

LEGGI ANCHE: Carbonara, la storia del piatto più imitato male nel mondo

Articolo aggiornato in data 23 Gennaio 2023
© Riproduzione riservata