Fercam, a Bolzano si amplia la flotta Emission Free Delivery

Da sempre molto attenta alla sostenibilità e a ridurre al minimo l’impatto ambientale delle proprie attività, Fercam ha avviato nel 2020 presso la propria filiale di Roma il progetto Emission Free Delivery (distribuzione delle merci senza rilasciare alcuna sostanza inquinante prodotta da motori endotermici), che dopo una prima fase di test viene ora gradualmente esteso a tutte le filiali nazionali dell’azienda

Fercam espande a Bolzano il progetto avviato a Roma di consegne ultimo miglio a emissioni zero, ampliando la flotta degli automezzi per il servizio di consegna sostenibile nella ZTL del centro cittadino con furgoni elettrici di ultima generazione. Per le consegne nella Zona a Traffico Limitato del capoluogo altoatesino, l’azienda ha adottato anche il più recente modello di mezzo elettrico FIAT E-Ducato, alimentato a batteria da 47 kwh e con un’autonomia di circa 120 km. 

Questo di Fercam è il primo nuovo modello della casa torinese con furgonatura e sponda caricatrice idraulica ad essere operativo sul territorio nazionale. Oltre a garantire il rispetto per l’ambiente, l’E-Ducato Fiat assicura un alto livello di sicurezza per i conducenti, potendo essere avviato solamente nel momento in cui le cinture di sicurezza sono correttamente allacciate ed entrambe le mani dell’autista posizionate sul volante.

Fercam, veicolo elettrico
Un veicolo elettrico Fercam (foto Uff. stampa Fercam)

Fercam, il progetto pilota avviato a Roma nel 2020

Da sempre molto attenta alla sostenibilità e a ridurre al minimo l’impatto ambientale delle proprie attività, Fercam ha avviato nel 2020 presso la propria filiale di Roma il progetto Emission Free Delivery (distribuzione delle merci senza rilasciare alcuna sostanza inquinante prodotta da motori endotermici), che dopo una prima fase di test viene ora gradualmente esteso a tutte le filiali nazionali dell’azienda. Fercam

Alla base del progetto pilota una strategia di rinnovamento in chiave green della flotta e dell’organizzazione di stoccaggio e distribuzione merci, che vede quindi coinvolti sul medio termine sia il parco mezzi sia i magazzini dell’operatore logistico altoatesino. Come primo step del progetto, Fercam ha deciso di avviare una collaborazione con il CNR Itae (Istituto di tecnologie avanzate per l’energia), con l’obiettivo di testare nuove tipologie di powertrain per i propri automezzi pesanti e furgoni, ricorrendo al biometano e all’idrogeno accoppiato all’elettrico. Il fine ultimo è individuare la tipologia di veicolo a zero emissioni più adatto alla distribuzione merci all’interno delle città. 

Emission Free Delivery: prossimi sviluppi

Dopo la fase pilota iniziata a Roma, il progetto Emission Free Delivery continua a svilupparsi anche nelle ZTL di altre città italiane: oltre a Bolzano, la Filiale di Trento ha da poco introdotto un mezzo a impatto zero per consegne in centro, e l’iniziativa sarà replicata anche a Milano, Bologna e Como.

«Siamo felici dell’opportunità di portare avanti il progetto Emission Free Delivery in una città sensibile alla tematica della tutela ambientale come la nostra, in particolare con questo mezzo elettrico di ultima generazione, ecologico e sicuro. Riscontriamo reazioni molto positive al nostro impegno per le consegne emission free nel centro storico», commenta Paola Tagliari, Department Manager – Distribution, Fercam Bolzano.