sabato 25 Maggio 2024

Roma Mic Card digitale per un accesso più facile nei musei

Il nuovo strumento consentirà agli abitanti e agli studenti universitari di Roma e Città Metropolitana l’acquisto e la gestione online della card. Per consentire l’introduzione del nuovo sistema la vendita verrà sospesa dal 28 novembre al 5 dicembre

È in arrivo un’importante novità per i moltissimi fruitori dell’offerta culturale del Sistema Musei di Roma Capitale.

A partire dal 5 dicembre, infatti, gli utenti maggiorenni residenti o domiciliati a Roma o nella Città Metropolitana di Roma e gli studenti delle università romane potranno acquistare la Mic Card – fino a oggi emessa esclusivamente in formato cartaceo – anche attraverso un nuovo servizio di digitalizzazione che consentirà un più facile utilizzo e un più rapido accesso nei tanti musei del territorio di Roma.

LEGGI ANCHE: Giornali italiani: l’elenco aggiornato

Un conto alla rovescia che inizierà da oggi, lunedì 28 novembre, con la sospensione delle operazioni di vendita per consentire, nei prossimi sette giorni, l’introduzione del nuovo sistema.

La Roma Mic Card digitale

Ideata e promossa nel 2018 nell’ambito dei servizi per la Sovrintendenza Capitolina ai Beni culturali e realizzata da Zètema Progetto Cultura, la Mic Card giunge a questo suo primo storico passaggio dopo quattro anni con un numero complessivo di vendite che, nonostante le diverse chiusure al pubblico dei Musei causa pandemia Covid 19, al 30 settembre 2022 ha superato le 280.000 unità.

Roma Mic Card digitaleIl nuovo sistema di digitalizzazione si avvale di un sito web dal look semplice e intuitivo, dell’app Mic Card per l’acquisto e la gestione della Mic Card digitale e di un nuovo applicativo Web per gli operatori che consentirà uno svolgimento più rapido ed efficace delle operazioni di vendita della Card (fisica, digitale e Gift).

Dal 5 dicembre, quindi, gli utenti avranno l’opportunità di gestire in totale autonomia la propria Mic Card, con la possibilità di accedere allo storico dell’utilizzo, al controllo della scadenza e alle altre funzionalità connesse. La Mic Card digitale potrà essere acquistata online, presso le biglietterie museali e nei Tourist Infopoint, e consentirà agli utenti di procurarsi in anticipo il biglietto d’ingresso sulla piattaforma dedicata raggiungibile dal sito web e dall’app, recandosi direttamente al controllo d’accesso senza code o passaggi in biglietteria.

Miguel Gotor, assessore alla Cultura del Comune di Roma

“La nascita della Mic Card digitale è una notizia di grande importanza per tutti i cittadini di Roma e della Città Metropolitana, che dal prossimo 5 dicembre potranno avere a disposizione uno strumento che, oltre che estremamente conveniente, sarà ancora più flessibile e comodo da usare. Per rendere il meraviglioso patrimonio culturale, storico e archeologico della nostra città ancora più fruibile per tutti”, così l’assessore alla Cultura di Roma Capitale, Miguel Gotor.

L’introduzione della nuova app mobile Mic Card renderà ancora più facile per gli utenti fruire dei vantaggi della Mic Card, poiché oltre alle funzionalità di gestione precedentemente elencate permetterà anche di consultare i luoghi dove poter accedere con tutte le informazioni utili (indirizzo, orari, ecc.) e vedere su mappa i luoghi più vicini.


Roma Mic Card: tutte le informazioni


Cosa comprende?

La Mic card del Sistema Musei di Roma Capitale offre per un anno:

  1. accesso gratuito e illimitato ai 18 musei del Sistema *
  2. accesso gratuito a 25 siti archeologici e storico-artistici della città **
  3. visite guidate gratuite con i curatori, grazie al programma aMICi
  4. accesso diretto al museo, senza file! (compatibilmente con la capienza e a esclusione della prima domenica del mese gratuita per tutti)
  5. accesso gratuito e diretto agli eventi speciali come Notte dei Musei e Musei in Musica
  6. sconto del 10% nelle caffetterie e nei bookshop dei Musei

* comprendono i musei gratuiti e i musei gratuiti con la MIC card
** in alcuni siti è previsto un pagamento a parte per la visita guidata a cura delle associazioni culturali


Chi può usare la Mic Card?

Puoi usare la MIC card se sei:

  1. maggiorenne residente a Roma o nella Città Metropolitana di Roma
  2. studente nelle Università pubbliche e private presenti nel territorio della Città Metropolitana di Roma
  3. maggiorenne domiciliato a Roma o nella Città Metropolitana di Roma


Dove si acquista?

Puoi acquistare (o rinnovare) la MIC card digitale:

  1. in tutte le biglietterie museali | Anche in formato cartaceo o Gift
  2. nei Tourist Infopoint (Castel Sant’Angelo, Ciampino, Fiumicino, Fori Imperiali, Minghetti, Termini) | Anche in formato cartaceo o Gift
  3. online su www.miccard.roma.it o sull’App Mobile Mic Card


Quanto costa?

La Roma Mic Card costa 5 euro


Tutti i musei gratuiti con la Mic Card 

  1. Musei Capitolini
  2. Centrale Montemartini
  3. Mercati di Traiano Museo dei Fori Imperiali
  4. Museo dell’Ara Pacis  (escluso lo spazio espositivo che prevede ingresso ridotto per i possessori di Mic card)
  5. Museo di Roma (escluso lo spazio espositivo che prevede ingresso ridotto per i possessori di Mic card)
  6. Galleria d’Arte Moderna
  7. Museo di Roma in Trastevere
  8. Musei di Villa Torlonia (Casino dei Principi / Casino Nobile / Casina delle Civette / Complesso della Serra Moresca)
  9. Museo Civico di Zoologia
  10. Casa Museo Alberto Moravia


Tutti i musei gratuiti

  1. Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco
  2. Museo delle Mura
  3. Museo di Casal de’ Pazzi
  4. Villa di Massenzio
  5. Museo della Repubblica Romana e della memoria garibaldina
  6. Museo Napoleonico
  7. Museo Pietro Canonica a Villa Borghese
  8. Museo Carlo Bilotti Aranciera di Villa Borghese


Spettacoli multimediali ridotti con la Mic Card

  1. Planetario (biglietto ridotto per i possessori di MIC card)
  2. Viaggio nei Fori (biglietto ridotto per i possessori di MIC card)
  3. Circo Maximo Experience (biglietto ridotto per i possessori di MIC card)
  4. Roma Imperiale – Virtual Reality Bus (biglietto ridotto per i possessori di MIC card)

 

Tutti i siti archeologici e storico-artistici

  1. Acquedotto Vergine di via del Nazareno
  2. Circo Massimo (area archeologica)
  3. Sepolcro degli Scipioni (area archeologica)
  4. Area archeologica di Settecamini
  5. Area Sacra di S. Omobono
  6. Auditorium di Mecenate
  7. Casa dei Cavalieri di Rodi
  8. Colombario Pomponio Hylas
  9. Fontanone dell’Acqua Paola (Fontanone del Gianicolo)
  10. Fori Imperiali
  11. Insula dell’Ara Coeli
  12. Insula romana sotto Palazzo Specchi (case di San Paolo alla Regola)
  13. Ipogeo di via Livenza
  14. Ludus Magnus
  15. Mausoleo di Augusto
  16. Mausoleo Monte del Grano
  17. Mitreo dell’Ara Massima di Ercole (Mitreo del Circo Massimo)
  18. Monte Testaccio
  19. Mura di Aureliano Camminamento di Viale Pretoriano
  20. Mura di Aureliano da Porta Pinciana lungo via Campania
  21. Museo del Teatro Argentina
  22. Necropoli Ostiense (Sepolcreto Ostiense)
  23. Ninfeo dell’Uccelliera di Villa Celimontana
  24. Ninfeo di via degli Annibaldi
  25. Porta Asinaria
  26. Sepolcri repubblicani di via Statilia
  27. Trofei di Mario e Porta Magica
  28. Villa cosiddetta di Plinio

LEGGI ANCHE: Monte Ciocci, la zona panoramica più sottovalutata di Roma?

Articolo aggiornato in data 28 Novembre 2022
© Stampa Italiana 2020-2024 | Riproduzione riservata
www.stampaitaliana.online

Nuovi ingressi in Anica Academy Ets: Fondazione Eos e Labs di Fapav

Il CdA di Fondazione Anica Academy ETS, presieduto da Francesco Rutelli, ha approvato all'unanimità l’ingresso di altre due realtà che costituiscono un fiore all’occhiello del settore cinema e audiovisivo: Fondazione EOS - Edison Orizzonte Sociale ETS e LABS - Learn Antipiracy Best Skills di Fapav

Il cenacolo delle donne, un libro di Matilde Tortora

Cosa direbbero le donne della famiglia Manzoni se si ritrovassero un giorno riunite in una stanza con le protagoniste de I Promessi Sposi? Questo incontro immaginato che spazia fra realtà storiche e immaginazione prende vita nelle pagine de “Il cenacolo delle donne” di Matilde Tortora pubblicato da Graus edizioni

Giornali del Portogallo: l’elenco aggiornato

Dopo aver consultato il nostro elenco dei giornali italiani e avere visionato una o più testate giornalistiche presenti nelle nostre liste regionali, abbiamo pensato che poteva essere di tuo interesse anche una selezione dei giornali del Portogallo (jornais portugueses)