lunedì 24 Giugno 2024

Tempio Artemision di Siracusa, il sito torna ad essere visitabile

Il tempio ionico dedicato alla dea Artemide a Siracusa torna ad essere nuovamente fruibile dai visitatori nell'acropoli di Ortigia con nuovi servizi a disposizione del pubblico

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Il Tempio Ionico di Siracusa, noto anche come Tempio Artemision, secondo l’ipotesi che lo identifica come il tempio di Artemide/Diana, torna visitabile. Si tratta di uno dei più importanti siti archeologici risalenti al periodo della Magna Grecia.

Ora, la struttura riapre al pubblico con rinnovati servizi a disposizione dei visitatori, gestiti da Civita Sicilia e dall’Associazione Proodo. Gli orari delle visite vanno dal martedì alla domenica dalle 9:30 alle 13:30. 

Tempio Artemision di Siracusa, raro esempio di stile ionico in Italia

Il monumento ha rimandi nella storia molto antichi. Il Tempio Artemision di Siracusa, infatti, è descritto da Cicerone nelle sue orazioni contro Verre. Per alcune caratteristiche, ricorda l’Artemision arcaico di Efeso. Rappresenta un raro esempio dello stile ionico in Italia e deve il suo nome alla dea Artemide, anticamente protettrice di Siracusa, al cui culto era dedicato. 

L’area in cui è collocato, che si estende al di sotto del Palazzo di Città (Palazzo Vermexio) tra piazza Minerva e piazza Duomo, è un tassello del mosaico architettonico, storico e archeologico che compone l’acropoli della città antica, collocata in corrispondenza del punto topograficamente più alto dell’isola di Ortigia. 

Questo tassello è, a sua volta, composto da ulteriori frammenti che, attraverso millenni di storia si materializzano nei resti e nelle strutture che il visitatore incontra nel percorso di visita. Dalle capanne del villaggio che sorgeva in Ortigia nell’età del Bronzo, alle case arcaiche dei primi coloni fondatori della città, al tempio – precedente al tempio di Atena, oggi chiesa cattedrale – fino alla medievale chiesa di San Sebastianello e al moderno padiglione architettonico, vincitore del Premio Medaglia d’Oro all’Architettura Italiana in occasione della triennale di Milano 2012. 

I nuovi servizi

Ora, il percorso di visita è arricchito di elementi che, con la leggerezza di pannelli trasparenti, aiutano il visitatore a leggere i resti e le strutture che osserva, lo orientano e lo informano. Inoltre, nella riprogettazione, particolare attenzione è stata posta all’accessibilità fisica e alle informazioni da parte degli utenti con disabilità. 

L’audioguida che accompagna i visitatori è disponibile anche in lingua inglese e sostituita da QR code che rimandano a testi scritti per i non udenti. Nel corso della visita, inoltre, si scoprono i nomi di coloro che hanno contribuito a portare alla luce gli indizi che oggi ricompongono la storia del sito e che hanno contribuito a renderlo oggi fruibile e affascinante. A cominciare da Paolo Orsi con le sue scoperte in piazza Minerva agli inizi del Novecento, agli scavi di Gino Vinicio Gentili e Paola Pelagatti, alle esplorazioni di Giuseppe Voza nell’acropoli della città in piazza Duomo, alle ultime scoperte di Lorenzo Guzzardi, fino al padiglione architettonico di Vincenzo Latina.

tempio artemision di siracusa
Padiglione di ingresso agli scavi del Tempio Artemision di Siracusa (foto da www.artemisionsiracusa.it)

LEGGI ANCHE: Castello Maniace, a Siracusa un pavimento di specchi frantumati

Articolo aggiornato in data 30 Maggio 2024
© Stampa Italiana 2020-2024 | Riproduzione riservata
www.stampaitaliana.online

Consigliati per te

Nuovi ingressi in Anica Academy Ets: Fondazione Eos e Labs di Fapav

Il CdA di Fondazione Anica Academy ETS, presieduto da Francesco Rutelli, ha approvato all'unanimità l’ingresso di altre due realtà che costituiscono un fiore all’occhiello del settore cinema e audiovisivo: Fondazione EOS - Edison Orizzonte Sociale ETS e LABS - Learn Antipiracy Best Skills di Fapav

Autrici a confronto, un incontro sulla violenza di genere

Tre libri con un unico filo conduttore, quello della violenza di genere e degli spunti per contrastarla. Questi i temi che hanno caratterizzato la rassegna Autrici a confronto, un incontro organizzato dall’On. Martina Semenzato, presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sul femminicidio

Giornali del Portogallo: l’elenco aggiornato

Dopo aver consultato il nostro elenco dei giornali italiani e avere visionato una o più testate giornalistiche presenti nelle nostre liste regionali, abbiamo pensato che poteva essere di tuo interesse anche una selezione dei giornali del Portogallo (jornais portugueses)