Saluti da Cesena, Casa Bufalini cerca cartoline per una mostra

È possibile consegnare il materiale fino a sabato 21 maggio. Un racconto delle origini e della condivisione di sentimenti e ricordi da cui nasce la mostra #cartolinedacesena. l’iniziativa si colloca all’interno del festival cap2030 in programma dal 27 al 29 maggio

Saluti da Cesena. Scritte di proprio pugno e spedite a mano, le care vecchie cartoline restano uno dei cimeli più ambiti per i collezionisti di tutto il mondo. In un presente in cui i “tanti cari saluti da” è digitale, Casa Bufalini si rivolge ai cittadini chiedendo loro di condividere le cartoline di famiglia finite in soffitta, nel cassetto oppure in un vecchio libro. 

Da sempre scrittori, illustratori e giornalisti lavorano in diverso modo alla raccolta, condivisione e pubblicazione delle immagini che ritraggono il centro e gli scorci più suggestivi. Da questo spirito di racconto delle origini e dalla condivisione di sentimenti e ricordi nasce la mostra #cartolinedacesena, che vede come protagonista assoluta la cartolina.

#cartolinedacesena

Saluti da Cesena, cosa vedere alla mostra delle cartoline

Oltre alle opere dell’artista cesenate Manuela Mapelli, che ha realizzato alcune cartoline illustrate sulla città Malatestiana e le zone limitrofe, l’esposizione sarà composta anche da cartoline inviate in epoche diverse e raccolte direttamente dai cittadini. La raccolta dei materiali è aperta fino a sabato 21 maggio, con consegna presso il Caffè letterario del Foro Annonario, in Piazza del Popolo.

 

Cartoline e sostenibilità

L’esposizione #cartolinedacesena è parte integrante del festival CAP2030 – Cartoline da futuri sostenibili. Prima edizione del festival dedicato alla Città Attrattiva e Partecipata che il Comune di Cesena organizza assieme a Casa Bufalini, Laboratorio Urbano Aperto promosso dalla Regione Emilia-Romagna. Ambiente, Paesaggio e Sostenibilità sono i temi al centro della kermesse in programma il 27, 28 e 29 maggio, per scoprire, valorizzare e vivere il territorio assieme ai cittadini e a tanti ospiti. Tre giorni per sperimentare luoghi inusuali e dimenticati, per sognare paesaggi imprevedibili e coltivare pratiche sostenibili.

Oltre alla mostra sono previsti anche alcuni laboratori di disegno e illustrazione, rivolto ai bambini dai 9 ai 12 anni con la realizzazione di una cartolina fronte e retro, e di scrittura creativa, indirizzato agli adulti. Per avere ulteriori informazioni è possibile scrivere all’indirizzo mail [email protected]