One Stop Shop, a Bari un servizio innovativo rivolto alle imprese

Si tratta del nuovo sportello dedicato alle imprese che avrà sede all’interno di Porta Futuro. Il servizio è rivolto a tutte le aziende che vogliono insediarsi o crescere nell’Area Metropolitana di Bari

È stato presentato, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo di Città, One Stop Shop, il nuovo sportello del Comune di Bari dedicato alle aziende che vogliono insediarsi o crescere nell’Area Metropolitana di Bari.

Si tratta un servizio differenziato e innovativo, all’interno di Porta Futuro Bari, che offrirà alle imprese portatrici di interesse le risposte necessarie per accelerare l’insediamento di nuove realtà produttive nel territorio attraverso processi di facilitazione e miglioramento del dialogo con le istituzioni pubbliche e le reti degli stakeholder privati. Uno sportello unico di servizi per le aziende che, oltre ad offrire spazi logistici temporanei attrezzati e completi di servizi di accoglienza, fornirà tecnologia innovativa e metterà a disposizione un team di professionisti in grado, su richiesta, di affiancare le aziende interessate all’insediamento.

One Stop Shop, quali compiti avrà

Lo sportello, che materialmente partirà all’inizio di aprile, agirà in stretto raccordo con i principali interlocutori istituzionali locali e nazionali, come il Consorzio ASI, Puglia Sviluppo, Arti Puglia, INPS, e in rete con le istituzioni di formazione e ricerca, e sarà anche promotore della diffusione della cultura d’impresa nelle scuole, sollecitando l’auto-imprenditorialità e la partecipazione allo sviluppo della propria comunità.

One Stop Shop – che avrà sede a Porta Futuro 2, il nascente spazio dedicato all’incubazione di impresa e di strumenti di incentivazione di impresa per giovani start up – rientra nel più ampio progetto per la realizzazione di un hub metropolitano per il lavoro che andrà a potenziare le funzioni già svolte da Porta Futuro Bari, job centre del Comune di Bari e oggi eccellenza nel Meridione d’Italia per le politiche attive per il lavoro.

Il progetto, che verrà gestito in collaborazione con l’Ente Nazionale per il Microcredito, contribuirà in maniera determinante allo sviluppo della città di Bari e dell’intero territorio metropolitano.

Agevolare le imprese del territorio

All’incontro con la stampa sono intervenuti il vicesindaco e assessore alle politiche attive del Lavoro Eugenio Di Sciascio, il responsabile di Porta Futuro Franco Lacarra e, da remoto, Mario Baccini, presidente dell’Ente nazionale per il Microcredito.

«Si tratta di un passo estremamente importante per lo sviluppo della strategia dell’amministrazione comunale volta ad agevolare l’insediamento e il sostegno per le imprese del nostro territorio, favorendo il dialogo in un solo punto con tutte le realtà dell’ecosistema locale dell’innovazione che possono contribuire all’insediamento o alla crescita di imprese», ha esordito Eugenio Di Sciascio.

L’obiettivo, ha aggiunto il vicesindaco «è, ovviamente, quello di sostenere in questo modo le politiche attive del lavoro. È un momento favorevole per la nostra città e dobbiamo saper cogliere e supportare le iniziative finalizzate a creare lavoro stabile con azioni complesse che favoriscano anche l’individuazione e il matching tra offerta e domanda di lavoro. La collaborazione istituzionale con l’Ente per il Microcredito favorirà la velocizzazione di questo processo e l’attivazione di nuove modalità di relazione con le imprese e con chi cerca lavoro. Desidero ringraziare personalmente Franco Lacarra e lo staff di Porta Futuro che hanno disegnato, a partire da esperienze condivise, questo strumento innovativo che, ne sono certo, contribuirà concretamente allo sviluppo della nostra città e dell’area metropolitana di Bari».

Un sostegno all’economia locale

«Questo nuovo progetto dell’area metropolitana di Bari, nato dalla volontà del sindaco Antonio Decaro, del vicesindaco Eugenio di Sciascio e dal responsabile di PortaFuturo, Franco Lacarra – ha affermato Mario Baccini – vuole attestarsi come un hub innovativo per il sostegno al tessuto economico locale che può portare beneficio a tutto il sistema Paese. Il coinvolgimento del nostro Ente, che già vanta una collaborazione avviata da tempo con il Comune di Bari e Porta Futuro per le attività di auto impresa e Microcredito, nel pieno sostegno alle dinamiche occupazionali di inclusione diventerà una sinergia operativa che guarda al futuro e all’innovazione e favorirà la nascita di nuove attività e il rafforzamento di quelle esistenti».

«Per molto tempo ai decisori politici è stato rappresentato il problema legato alla mancanza di servizi di supporto alle imprese interessate ad investire sui territori – ha sottolineato Franco Lacarra – e in questi due anni con lo staff di Porta Futuro abbiamo lavorato proprio per dar vita a uno spazio interamente dedicato alle aziende rafforzando le competenze necessarie, creando collaborazioni qualificate e seguendo, per conto di grandi aziende, recruiting e momenti di approfondimento ad hoc. Avere al nostro fianco l’Ente per il Microcredito per l’avvio di One Stop Shop ci consentirà di ampliare ulteriormente il nostro raggio d’azione, anche in proiezione internazionale, attraverso la messa a sistema di tutti gli enti e le realtà a vario titolo impegnate sul terreno del supporto all’insediamento d’impresa, secondo una strategia complessiva di rafforzamento dei servizi territoriali ormai incardinata nell’amministrazione locale di Bari».

Articolo aggiornato in data 22 Dicembre 2021
© Riproduzione riservata