sabato 18 Maggio 2024

Case dell’acqua, a Cesena arrivano nuove fontane interattive

Molto più di fontane per bere, queste innovative e interattive installazioni arrivano anche ai quartieri Ravennate e Rubicone. Le altre sorgeranno a San Vittore e Ponte Pietra e saranno installate dal gruppo Hera e dal comune di Cesena

Salvaguardia dell’acqua e contenimento dei consumi. Con le installazioni di Calisese e Ronta, rispettivamente nei quartieri Rubicone e Ravennate, diventano tre i totem PUNTOnet H2O. Si tratta di innovative case dell’acqua attive sul territorio comunale di Cesena come veri e propri servizi interattivi di comunità salvambiente. 

Dopo che lo scorso dicembre il primo PUNTOnet H2O, nuovo totem interattivo e dal design fresco in grado di erogare acqua di rete e tanti altri servizi, è stato collocato a Pievesestina, nel quartiere Dismano, l’Amministrazione comunale e il Gruppo Hera hanno inaugurato gli altri due alla presenza dei presidenti dei quartieri Ravennate, Fabio Pezzi, e Rubicone, Mario Picone. I prossimi saranno installati, prima della primavera 2023, a San Vittore e Ponte Pietra.

Case dell’acqua, cosa sono e dove si trovano

Le cosiddette case dell’acqua, si chiamano PUNTOnet H2O e sono stazioni che erogano acqua fornendo informazioni alla cittadinanza rispetto ad eventi, progetti e campagne di sensibilizzazione. È anche un presidio ambientale, in grado di analizzare la qualità dell’aria e l’inquinamento acustico e può essere integrato anche con wi-fi e videosorveglianza.

Si tratta di nuove soluzioni multifunzione e innovative, sviluppate da Hera, in collaborazione con il Next City Lab – Università di Ferrara, Dipartimento di Architettura, per erogare acqua, facilitare la ricarica dei dispositivi elettrici, e il monitoraggio ambientale del territorio, tramite sensori. Dopo essere intervenuti, con Hera, Romagna Acque e Unica Reti, in Via IV Novembre, a San Giorgio e a Case Finali, anche i territori meno centrali di San Vittore, Ponte Pietra, Calisese, Ronta e Pievesestina possono contare su questi distributori che aggregano diversi servizi. 

In questo modo i cesenati potranno fruire di case dell’acqua di ultimissima generazione, ed esteticamente rinnovate, che risponderanno ai bisogni delle famiglie quotidianamente impegnate a favore dell’ambiente, e di tutti coloro che intendono abbandonare definitivamente l’utilizzo della plastica consumando l’acqua pubblica che è la stessa del rubinetto di casa e la cui potabilità è garantita e quotidianamente controllata.

case dell'acqua
La casa dell’acqua nel quartiere Rubicone (foto da Uff. stampa comune di Cesena)

Ridurre l’inquinamento da plastica monouso

«Questi innovativi presidi – commenta l’assessora alla Sostenibilità ambientale, Francesca Lucchi – rappresentano un importante passo in avanti nel percorso contro l’utilizzo della plastica promosso e sviluppato da questa Amministrazione, in collaborazione con i quartieri e con le scuole». 

L’installazione delle case dell’acqua smart nasce con l’obiettivo di ridurre l’inquinamento da plastica monouso, fornendo allo stesso tempo acqua di qualità, fresca e controllata. Inoltre, costituisce una modalità per sensibilizzare e incentivare i cittadini al corretto uso dell’acqua di rete che, come l’acqua di casa, è controllata e più che sicura. 

«Questi nuovi presidi – aggiunge l’assessora Lucchi – rispondono a una significativa richiesta dei cittadini e a un obiettivo di mandato che si inserisce nel piano di azioni plastic free concretizzate nel corso di questi anni. A questo proposito, sono ottimi i riscontri arrivati dal quartiere Dismano, dove i cittadini e le cittadine si servono della stazione PUNTOnet H2O mentre svolgono sport nella vicina area verde, per dare da bere al proprio cane oppure per rifornirsi di acqua fresca e controllata mentre ricaricano lo smartphone».

LEGGI ANCHE: Città più digitali: Cesena entra nelle prime 26

Soddisfatti anche i quartieri

«Condividiamo le politiche plastic free promosse dall’Amministrazione comunale – commenta il presidente del quartiere Ravennate, Fabio Pezzi – e vogliamo dare un contributo concreto alla lotta agli sprechi incentivando l’utilizzo del vetro. Questo nuovo PUNTOnet H2O collocato nel cuore del quartiere, a Ronta, tra San Martino e Martorano, ben visibile da via Ravennate e al centro di un’area frequentata nel corso dell’intera giornata, ci ha convinto sin da quando ci è stato proposto. È straordinario come tutti i cittadini, persino i meno attenti alle innovazioni, siano incuriositi da questo nuovo servizio». 

Le nuove case dell’acqua interattive sono una chiara dimostrazione di come la sostenibilità sia al servizio della collettività. «Aspettavamo questo servizio con particolare curiosità – afferma il presidente del quartiere Rubicone, Mario Picone – tanto che già dalla serata di ieri c’era la fila di cittadini pronti a riempire le proprie bottiglie. La piazzetta di Calisese è facilmente accessibile sia in auto che dai pedoni, per tale ragione guardiamo a questa nuova casina dell’acqua come a una stazione multiservizi amica dell’ambiente che sarà utilizzata dai residenti del Rubicone anche per informarsi su eventi e iniziative del Quartiere e in corso a Cesena, oltre che sulle azioni di controllo dell’acqua che beviamo».

Articolo aggiornato in data 24 Febbraio 2023
© Stampa Italiana 2020-2024 | Riproduzione riservata
www.stampaitaliana.online

Nuovi ingressi in Anica Academy Ets: Fondazione Eos e Labs di Fapav

Il CdA di Fondazione Anica Academy ETS, presieduto da Francesco Rutelli, ha approvato all'unanimità l’ingresso di altre due realtà che costituiscono un fiore all’occhiello del settore cinema e audiovisivo: Fondazione EOS - Edison Orizzonte Sociale ETS e LABS - Learn Antipiracy Best Skills di Fapav

Giornali del Portogallo: l’elenco aggiornato

Dopo aver consultato il nostro elenco dei giornali italiani e avere visionato una o più testate giornalistiche presenti nelle nostre liste regionali, abbiamo pensato che poteva essere di tuo interesse anche una selezione dei giornali del Portogallo (jornais portugueses)