sabato 24 Febbraio 2024

Turismo di Carnevale, un “fuori stagione” di grande successo

Nel 2024 gli eventi carnascialeschi hanno preso il via a inizio febbraio col Carnevale dei ragazzi a Venezia e terminerà a fine mese con la sfilata dei carri allegorici di Viareggio

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Un giro d’affari da un miliardo di euro. Questa è la cifra a cui ammonterebbe il giro d’affari del turismo di Carnevale. La stima è frutto di un’indagine realizzata da CNA Turismo e Commercio. Oltre ai periodi legati alle festività, come Pasqua e Natale, o al momento della vacanze estive, quello legato al Carnevale è un periodo ormai insediato stabilmente tra i “piatti forti” del turismo italiano. Una marcia in più verso quella destagionalizzazione su cui l’Italia vuole puntare sempre di più. 

In questo caso si parla di un periodo variabile di circa un mese che arriva ogni anno tra gennaio e febbraio. Il termine Carnevale deriva dal latino “carnem levare” ossia togliere la carne. Precede, infatti, la quaresima quando da tradizione, il venerdì, è usanza non consumare carne come forma di penitenza in vista della Pasqua. Il periodo di Carnevale non ha un inizio predefinito. Normalmente, inizia dopo la domenica del “Battesimo del Signore” (si tratta della domenica successiva all’Epifania) quindi tra il 7 e il 13 gennaio. C’è però chi indica come data il 17 gennaio. Il termine, invece, è martedì grasso, il giorno prima del mercoledì delle ceneri, data di inizio della quaresima. 

Turismo di Carnevale, gli eventi in Italia

Tuttavia, molti eventi si protraggono anche oltre il periodo classico. Vediamo quindi il calendario del 2024. Ad aprire gli eventi carnascialeschi, giovedì primo febbraio, è stato il Carnevale dei ragazzi alla Biennale di Venezia, mentre l’ultimo evento sarà la Sfilata dei carri allegorici a Viareggio, sabato 24 febbraio. Quella viareggina è una manifestazione tra le più conosciute del mondo che rappresenta un vero clou del truismo legato al Carnevale. Inoltre, esattamente un mese dopo, domenica 24 marzo, ci sarà un’appendice di festeggiamenti con il Corteo dei carri fioriti a Sanremo. 

In tutto il periodo ci saranno poi tante manifestazioni in tutto lo Stivale. A Ivrea e a Cento, passando per Fano e Comacchio, Putignano e Acireale. E ancora il Carnevale estense a Ferrara o il carnevale romano per citarne solo qualcuna delle tantissime manifestazioni organizzate nel nostro Paese.

Grande ritorno economico

Durante tutto questo periodo si stima che almeno otto milioni di visitatori si sposteranno per seguire le iniziative. Tra questi, due milioni e mezzo di turisti pernotteranno fuori casa, in strutture alberghiere ed extra-alberghiere. I visitatori stranieri legati al turismo di Carnevale dovrebbero aggirarsi intorno a un milione, attirati dalla possibilità di unire la visione di spettacoli unici e autentici alla visita a città e borghi d’arte. 

In media, secondo le stime di CNA Turismo e Commercio, i pernottamenti di turisti italiani e stranieri attirati dai festeggiamenti del Carnevale saranno di due giorni pro capite. Con significative ricadute sui settori della ristorazione, enogastronomia e artigianato.

turismo di carnevale, carro allegorico
Dettaglio di un carro allegorico al Carnevale di Viareggio

Articolo aggiornato in data 9 Febbraio 2024
© Stampa Italiana 2020-2024 | Riproduzione riservata
www.stampaitaliana.online

SIR Sistemi Italiani Ristorazione riceve il Premio Industria Felix

SIR Sistemi Italiani Ristorazione Srl ha ricevuto il Premio Industria Felix 2023 – L’Italia che compete, riconoscimento assegnato alle migliori società italiane per performance gestionali, affidabilità finanziaria e sostenibilità