Screen in Green, la transizione ecologica nelle sceneggiature cine-tv

Un concorso per il cinema e l’audiovisivo che nasce per volontà del ministero della Transizione Ecologica con l’obiettivo di promuovere i temi ambientali e della transizione ecologica

Giovani sceneggiatori con passione per l’ambiente cercasi. Sul sito del ministero per la Transizione ecologica (Mite), infatti, è online il bando di “Screen in Green”. Si tratta di un concorso per il cinema e l’audiovisivo nato su input del ministero per promuovere i temi ambientali all’interno della scrittura per la televisione e il cinema.

Le categorie in concorso sono tre. Dai cortometraggi al soggetto per una serie o per un film lungometraggio. Potranno partecipare i giovani con età compresa tra i 18 e i 30 anni. 

Screen in Green, promuovere l’attenzione all’ambiente

L’obiettivo è innestare con contenuti green le produzioni televisive, e, per farlo, si parte dalla scrittura stimolando e promuovendo la scelta di temi di fiction che abbiano una forte connotazione ambientale.

A valutare le opere ci sarà una giuria di professionisti che indicherà vincitori per ogni categoria. Le sceneggiature di cortometraggi saranno poi proposte all’attenzione di produttori audiovisivi per la realizzazione.

Altre informazioni

Il concorso sarà realizzato dalla Fondazione Sardegna Film Commission con il supporto del Premio Solinas e sarà promosso con la collaborazione di Green Cross Italia. “Screen in green” va a collocarsi nell’ambito delle diverse iniziative di educazione e informazione sulla transizione ecologica. 

Il termine ultimo di partecipazione è il 28 febbraio. Per ogni ulteriore informazione è possibile scrivere all’indirizzo email [email protected]