sabato 24 Febbraio 2024

Nome in Codice Ucraina, un gioco per favorire l’accoglienza

Le confezioni del gioco in scatola saranno consegnate gratuitamente nei Cranio Store e nei punti vendita della Città del Sole

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Favorire l’accoglienza grazie ai giochi da tavolo. Con questa idea è nata l’iniziativa di Cranio Creation di lanciare “Nome in codice – Ucraina”, versione del suo gioco da tavolo di parole per facilitare l’apprendimento e l’integrazione linguistica tra i rifugiati ucraini (secondo dati dell’UNHCR oltre 168mila) e la comunità italiana.

L’iniziativa è stata presentata nel corso di una conferenza dal titolo “L’accoglienza non è un gioco”. Tra i presenti all’evento, la deputata Maria Chiara Gadda, il Ceo di Cranio Creation, Lorenzo Tucci Sorrentino e il direttore generale di Assogiocattoli, Maurizio Cutrino. 

Nome in codice Ucraina, dove trovarlo

Basandosi sulla consapevolezza che il gioco è un diritto fondamentale per lo sviluppo cognitivo, fisico, sociale ed emotivo di bambini e adolescenti, la Cranio Creation ha scelto di distribuire gratuitamente Nome in Codice Ucraina tramite i Cranio Store ed i punti vendita di Città del Sole. Le scatole del gioco saranno consegnate  alle associazioni impegnate nell’accoglienza dei profughi ucraini e alle famiglie ospitanti. 

All’interno di Nome in codice Ucraina, le carte presentano trascrizioni fonetiche e traduzioni, consentendo ad entrambe le realtà di apprendere nuove parole in modo divertente e intuitivo.

«Il gioco – ha spiegato l’On. Gadda –  è una leva potentissima in termini di inclusione sociale. Il nostro Paese in questi mesi è stato impegnato nell’accoglienza di tante persone provenienti dall’Ucraina e Nome in codice Ucraina, consentirà alle famiglie numerosissime e al Terzo Settore che si sono occupati dell’accoglienza, di promuovere attraverso il gioco le relazioni. Non a caso il gioco sta comparendo sempre più spesso anche nelle iniziative di tipo legislativo. Pensiamo alla diffusione delle Stem, all’opportunità per i docenti di acquistare i giocattoli anche attraverso la carta docenti. Giocare consente di imparare con serenità e di abbattere ogni tipo di barriera».

nome in codice ucraina, conferenza di presentazione del gioco
Un momento della conferenza di Cranio Creation su Nome in codice Ucraina

Aumentare la percezione del valore del gioco

L’approccio ludico, infatti, permette ai rifugiati di familiarizzare con l’ambiente circostante attraverso un’attività e in uno spazio, il tavolo da gioco, dove possono sentirsi sicuri e accettati. 

«Siamo molto contenti di aver portato avanti questo progetto – ha affermato il Ceo di Cranio Creation, Lorenzo Tucci Sorrentino. Si tratta di un progetto impegnativo, viste le nostre dimensioni, ma crediamo che possa portare avanti i valori significativi del mercato del giocattolo in cui ci ritroviamo molto e che possa anche aumentare un po’ l’idea che si ha sul valore del gioco. Avere un giocattolo come operazione benefica, come in questo caso, può avvicinare più persone a quello che è il gioco e aiutare le famiglie che hanno difficoltà a interagire grazie a un mezzo più semplice, più trasversale e più immediato come il gioco in scatola». 

Inoltre, ha aggiunto Maurizio Cutrino, dg di Assogiocattoli, «il gioco da sempre è un elemento fondamentale nella vita di tutti. Favorisce l’integrazione, ma soprattutto aiuta tantissimo la socializzazione e lo sviluppo cognitivo, sociale e l’intrattenimento».

Articolo aggiornato in data 22 Dicembre 2023
© Stampa Italiana 2020-2024 | Riproduzione riservata
www.stampaitaliana.online

SIR Sistemi Italiani Ristorazione riceve il Premio Industria Felix

SIR Sistemi Italiani Ristorazione Srl ha ricevuto il Premio Industria Felix 2023 – L’Italia che compete, riconoscimento assegnato alle migliori società italiane per performance gestionali, affidabilità finanziaria e sostenibilità