lunedì 24 Giugno 2024

Maturità o Università, il dilemma dei futuri studenti di medicina

Gli scritti dell’esame di Stato inizieranno il 19 giugno a cavallo delle due date per l’ingresso a Medicina: il 28 maggio e il 30 luglio

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Prepararsi per la maturità o studiare per i test di ingresso all’Università? Ecco il dilemma che “affligge” quest’anno 67260 studenti che hanno deciso di iscriversi a Medicina e Chirurgia il prossimo anno accademico. Le due date previste, infatti, sono proprio a ridosso dell’esame di Maturità: il 28 maggio e il 30 luglio. In mezzo ci sarà lo scritto della Maturità previsto per il 19 giugno. 

Secondo 9 maturandi su 10 tra chi aspira a frequentare la facoltà di Medicina all’Università, si tratta di un calendario che rischia di condizionare negativamente l’esame di Stato della Maturità. Sensazioni che emergono da un sondaggio realizzato da Skuola.net, effettuato intervistando 1.000 maturandi alla vigilia di questi esami. 

Maturità o Università, le scelte degli studenti

Di conseguenza, quindi, appena 1 studente su 10 pensa di farcela a dare il massimo sia al cospetto delle prove scritte e orali di Maturità sia per quelle d’accesso all’Università. Quasi la metà (45 per cento) ha manifestato delle difficoltà nel seguire contemporaneamente la preparazione per il doppio impegno. Non per questo, però, calerà l’impegno sia in un caso (i quiz di Medicina) che nell’altro (la Maturità). 

Più o meno gli stessi (un altro 45 per cento) hanno, invece, già mollato la presa su uno dei due obiettivi, cercando di concentrarsi su un unico traguardo e tentando di portare a casa il possibile per quanto riguarda quello lasciato indietro. Forse, un po’ a sorpresa, nel caso, la priorità viene accordata all’esame di Stato. Il 30 per cento, infatti, sta privilegiando il ripasso in vista delle prove di fine giugno e inizio luglio, il 15 per cento si sta focalizzando soprattutto sui quiz universitari di maggio e di luglio (la maggior parte li sosterrà entrambi). 

Prepararsi per tempo

Tuttavia, in pochi vogliono darsi sconfitti a prescindere. Lo dimostrano le tempistiche della preparazione proprio per i test accademici. Basti pensare che oltre 4 su 10 hanno cominciato a prendere confidenza con la prova nel corso del 2023. Il 27 per cento ha iniziato lo studio praticamente al termine della scorsa estate, il 14 per cento verso la fine di dicembre. E un altro 22 per cento è partito al principio del 2024, da gennaio. Solamente poco più di un terzo (il 37 per cento) ha atteso la primavera per darci sotto con i quiz. In quel caso, però, la missione potrebbe risultare più dura del previsto.

maturità o università

Articolo aggiornato in data 29 Maggio 2024
© Stampa Italiana 2020-2024 | Riproduzione riservata
www.stampaitaliana.online

Consigliati per te

Nuovi ingressi in Anica Academy Ets: Fondazione Eos e Labs di Fapav

Il CdA di Fondazione Anica Academy ETS, presieduto da Francesco Rutelli, ha approvato all'unanimità l’ingresso di altre due realtà che costituiscono un fiore all’occhiello del settore cinema e audiovisivo: Fondazione EOS - Edison Orizzonte Sociale ETS e LABS - Learn Antipiracy Best Skills di Fapav

Autrici a confronto, un incontro sulla violenza di genere

Tre libri con un unico filo conduttore, quello della violenza di genere e degli spunti per contrastarla. Questi i temi che hanno caratterizzato la rassegna Autrici a confronto, un incontro organizzato dall’On. Martina Semenzato, presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sul femminicidio

Giornali del Portogallo: l’elenco aggiornato

Dopo aver consultato il nostro elenco dei giornali italiani e avere visionato una o più testate giornalistiche presenti nelle nostre liste regionali, abbiamo pensato che poteva essere di tuo interesse anche una selezione dei giornali del Portogallo (jornais portugueses)