sabato 25 Maggio 2024

Kiwi verde bio, nell’anno della pandemia cresce il consumo degli italiani

Secondo un'analisi dell'azienda veronese Brio, rispetto al 2019 gli acquisti sono aumentati del 18 per cento. C'è più attenzione ai prodotti in tavola e alle loro proprietà nutritive

La tavola degli italiani è sempre più green. In questo caso, però, si parla di un vero e proprio alimento: il kiwi verde bio. Secondo gli ultimi trend di mercato, infatti, questo alimento ha visto incrementare le vendite da parte degli utenti, rispetto ad altri alimenti del comparto biologico. 

Durante il 2020, infatti, complice la pandemia, ma non solo, gli italiani hanno iniziato a fare maggior attenzione all’alimentazione. Così nelle scelte su cosa portare in tavola sono prevalsi i prodotti biologici confezionati. Che il kiwi sia uno dei frutti preferiti degli italiani non è una novità. Il nostro Paese, infatti, è tra i maggiori produttori nel mondo. Nel 2004, inoltre, la Latina e l’Agropontino hanno ricevuto il riconoscimento Igp (Indicazione geografica protetta).

kiwi verde bio
Una cassetta di kiwi verde bio Alce Nero, partner dell’azienda Brio (foto Ufficio stampa Brio Spa)

I dati del settore

Tra i produttori specializzati in ortofrutta biologica c’è l’azienda italiana Brio. La società è partner di Alce Nero, gruppo che unisce più di mille agricoltori e apicoltori biologici in Italia e nel mondo. Come spiega Mauro Laghi, responsabile commerciale di Brio, «nel 2020 il kiwi verde biologico ha raggiunto i 7 milioni di euro a valore e ha superato a volume le 1.300 tonnellate con un incremento del 18 per cento rispetto al 2019». Un dato che nasce dalla sensazione di sicurezza degli utenti verso il prodotto biologico, unita alle proprietà nutritive del kiwi tra cui l’apporto di vitamina C. «Tutti aspetti – prosegue Laghi – diventati un plus nell’anno della pandemia». Il dato assume maggior valore se si pensa alle difficoltà affrontate dalle produzioni che hanno dovuto far fronte a un anno segnato dalle gelate primaverili.

kiwi verde bio nei negozi Tegut
Un punto vendita della catena tedesca Tegut, foto Ufficio stampa Brio Spa)

Gli altri dati, riguardanti il resto del comparto dell’ortofrutta biologica confezionata, registrano per il 2020 un aumento del 5 per cento a valore e un + 6 per cento a volume.

Iniziative commerciali

Il kiwi verde biologico di Brio sarà anche protagonista di un’iniziativa promozionale dedicata al mercato tedesco nel mese di marzo. «Dopo la positiva esperienza dello scorso anno – conclude Laghi – rinnoveremo la collaborazione con il retailer tedesco Tegut, storica insegna che fin dagli anni ’80 è sinonimo di prodotti bio di qualità. Il nostro kiwi verde bio Hayward sarà presente in oltre 100 punti vendita della catena. Ritengo si tratti di un’eccellente vetrina per i nostri prodotti e un ottimo veicolo per raggiungere in modo ancora più capillare un mercato che da sempre mostra grande interesse per i prodotti biologici di qualità».

Articolo aggiornato in data 2 Marzo 2021
© Stampa Italiana 2020-2024 | Riproduzione riservata
www.stampaitaliana.online

Nuovi ingressi in Anica Academy Ets: Fondazione Eos e Labs di Fapav

Il CdA di Fondazione Anica Academy ETS, presieduto da Francesco Rutelli, ha approvato all'unanimità l’ingresso di altre due realtà che costituiscono un fiore all’occhiello del settore cinema e audiovisivo: Fondazione EOS - Edison Orizzonte Sociale ETS e LABS - Learn Antipiracy Best Skills di Fapav

Il cenacolo delle donne, un libro di Matilde Tortora

Cosa direbbero le donne della famiglia Manzoni se si ritrovassero un giorno riunite in una stanza con le protagoniste de I Promessi Sposi? Questo incontro immaginato che spazia fra realtà storiche e immaginazione prende vita nelle pagine de “Il cenacolo delle donne” di Matilde Tortora pubblicato da Graus edizioni

Giornali del Portogallo: l’elenco aggiornato

Dopo aver consultato il nostro elenco dei giornali italiani e avere visionato una o più testate giornalistiche presenti nelle nostre liste regionali, abbiamo pensato che poteva essere di tuo interesse anche una selezione dei giornali del Portogallo (jornais portugueses)