sabato 24 Febbraio 2024

Italia prima meta d’Europa: è la più desiderata dai turisti 

Il nostro Paese è seguito in classifica da Spagna e Germania. Inoltre, secondo un’analisi Coldiretti, ad attirare i turisti sono soprattutto le nostre specialità enogastronomiche

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

L’Italia risulta la prima meta d’Europa per reputazione turistica. Lo certifica un’indagine dell’istituto Demoskopika sui sistemi turistici regionali allargata all’ambito europeo con l’European Tourism Reputation Index (Etr Index). Tuttavia, il nostro Paese deve migliorare sull’utilizzo dei social in ambito istituzionale.

L’analisi vede l’Italia totalizzare un punteggio di 109,1 punti, seguita dalla Spagna con 105,3 e dalla Germania con 101,6.  Per quanto riguarda l’indice regionale del nostro Paese, il Trentino Alto-Adige continua ad essere primo nel Regional Tourism Reputation Index. Inoltre, il territorio risulta essere la meta “più social” d’Italia. Al secondo posto, con un incremento di cinque posizioni dall’anno precedente troviamo, invece, la Sicilia. 

Italia prima meta d’Europa anche a tavola

A contribuire a fare dell’Italia la prima meta d’Europa nei desiderata dei turisti c’è senza dubbio la tavola. Il cibo, infatti, è al primo posto come voce del budget di chi sceglie di fare una vacanza nel nostro Paese. Il dato fa parte di un’analisi Coldiretti presentata in occasione della Borsa Internazionale del turismo (Bit) 2024. Oltre un terzo della spesa turistica, infatti, è destinato alla consumazione di pasti tra ristoranti, pizzerie, trattorie o agriturismi. 

Non mancano, inoltre, le visite a feste e sagre di paese dove acquistare souvenir enogastronomici. In totale, nel 2023, l’impatto economico della tavola è stimato in oltre 30 miliardi di euro, divisi tra turisti italiani e stranieri.

Un successo ecosostenibile 

L’Italia, inoltre, evidenzia la Coldiretti, «è diventata leader mondiale del turismo enogastronomico potendo contare sull’agricoltura più green d’Europa con la leadership Ue nel biologico con 80mila operatori, il maggior numero di specialità Dop/Igp/Stg riconosciute (325), 526 vini Dop/Igp e 5547 prodotti alimentari tradizionali».

L’analisi dimostra l’importanza dell’immenso valore storico e culturale del nostro patrimonio enogastronomico, diffuso su tutto il territorio. Da questa valorizzazione, conclude la Coldiretti, «dipendono molte delle opportunità di sviluppo economico ed occupazionale». Il cibo rappresenta anche una straordinaria leva di promozione del Made in Italy alimentare nel mondo dove, secondo le stime dell’associazione, nel 2023 raggiunge il valore record di 64 miliardi di euro.

trentino alto adige, tenno
Il Trentino Alto Adige risulta essere la regione più social d’Italia

Articolo aggiornato in data 5 Febbraio 2024
© Stampa Italiana 2020-2024 | Riproduzione riservata
www.stampaitaliana.online

SIR Sistemi Italiani Ristorazione riceve il Premio Industria Felix

SIR Sistemi Italiani Ristorazione Srl ha ricevuto il Premio Industria Felix 2023 – L’Italia che compete, riconoscimento assegnato alle migliori società italiane per performance gestionali, affidabilità finanziaria e sostenibilità