lunedì 24 Giugno 2024

Gabriele Dell’Otto e tanti altri ospiti al Romics d’autunno 2023

Dai supereroi ai protagonisti del grande cinema, dai web creator fino alle intramontabili icone del manga, la XXXI edizione di Romics è un epico viaggio nei mondi della creatività. A cominciare dal manifesto con Superman che sfreccia nei cieli della Capitale sorvolando il Colosseo

Tempo di lettura stimato: 6 minuti

Quattro giorni di eventi per gli amanti del fumetto, dell’animazione, del cinema e dei games. Questo è quello che aspetta i visitatori dell’edizione autunnale di Romics che si terrà dal 5 all’8 ottobre presso i padiglioni di Fiera Roma. Un’edizione super a cominciare dalla locandina dell’evento che vede il più iconico dei supereroi, Superman, sfrecciare nel cielo al di sopra del Colosseo. Un disegno realizzato per l’occasione da Gabriele Dell’Otto. L’artista romano, tra i disegnatori di punta degli eroi Marvel e DC, è stato premiato col Romics d’Oro nel 2016. Oggi torna a partecipare alla XXXI edizione della kermesse romana con una splendida illustrazione. 

Nel manifesto, targato DC Comics a cura di Panini Comics, Superman arriva nella Città Eterna, Roma, sorvolando il Colosseo. L’immagine ritrae il supereroe che mette in mostra tutti i suoi poteri: forza, velocità, agilità, resistenza e riflessi incredibili. Superman afferma lo stesso Dell’Otto è «il primo supereroe in assoluto. Un supereroe che ho sempre tenuto un po’ in disparte perché purtroppo sono un batmaniano per cui ho imparato ad apprezzare Superman solo negli ultimi anni. Più si cresce e si matura più si capisce che alcuni aspetti, soprattutto a livello psicologico, della creazione di alcuni personaggi sono strettamente legati anche alla società. La necessità di avere un Superman non me l’ero mai posta, ma gli ultimi anni ho cambiato idea».

Gabriele Dell’Otto e il manifesto di Romics 2023

La locandina di questa XXI edizione capita anche in concomitanza di un evento speciale legato a Superman, perché nel 2023 ricorrono gli 85 anni dalla nascita del personaggio. Tuttavia, all’inizio, questa immagine non era stata pensata per questa occasione, ma ha avuto una storia molto particolare come ci racconta lo stesso Gabriele Dell’Otto. 

«Una storia abbastanza travagliata come è stata quella di tutti noi negli ultimi anni. Infatti, questo era il manifesto per l’edizione di marzo di Romics 2020. Purtroppo poi è arrivato quello che è arrivato e l’immagine è rimasta “cristallizzata” nel tempo. Fortunatamente, come tutte le cose fatte con amore ha un tempo indeterminato. È quel che succede un po’ con tutte le cose belle, che hanno bisogno di un tempo di gestazione. A livello creativo-artistico un’immagine che rimane nel cassetto, per uno come me, è brutto. Un dispiacere, soprattutto perché l’hai fatto per condividerlo. Quest’anno, poi, mi hanno richiesto di realizzare la locandina per questa edizione, ma eravamo a fine luglio ed ero impegnatissimo. Però avevo questo desiderio nel cuore di riuscire a ripubblicare quella immagine e quando ho proposto l’idea è piaciuta a tutti». 

Da lì in poi, prosegue Dell’Otto, è stata una corsa contro il tempo: «Tutti si sono attivati. Era impossibile ottenere l’approvazione per questa immagine visti i tempi a disposizione. Per fortuna, all’ultimo secondo, è arrivato l’ok da parte di DC della Panini per poter utilizzare l’immagine. Quindi sono grato a tutta l’organizzazione di Romics per avermi dato la possibilità di realizzare l’immagine e di pubblicarla».

Gabriele Dell'Otto, la locandina di Romics 2023
Il manifesto di Romics 2023 disegnato da Gabriele Dell’Otto

Gli incontri a Romics 2023

L’impegno di Gabriele Dell’Otto per questa XXI edizione non si limita solo alla splendida immagine del manifesto. Il disegnatore, infatti, sarà presente a Romics giovedì 5 ottobre in mattinata per una serie di iniziative tra cui, ovviamente, un incontro con i fan. Alla kermesse porterà anche alcune anteprime. 

Ecco quindi cosa potranno aspettare i fan: «Tante cose usciranno nei prossimi due mesi. Non saranno solo autoproduzioni, ma anche prodotti legati alla Panini, alla Bonelli, alla Mondadori o alla Mindwork Studio una casa produttrice di miniature che l’anno scorso ha realizzato un kit di montaggio di un’edizione del mago di Oz.  Quest’anno avremo una sorpresa dedicata ad Alice, perché l’anno scorso è stato l’anniversario dell’uscita del libro (i 150 anni dalla prima edizione italiana del 1872, ndr). Le cose da aspettare sono tante, come alcune autoproduzioni tra cui una legata all’universo Dc e una all’universo Astroboy di Osamu Tezuka con cui abbiamo avuto l’onore e il piacere di collaborare negli ultimi mesi. Le cose al fuoco sono così tante che i miei collaboratori stanno impazzendo per aiutarmi a non impazzire (ride). Sto cercando di portare avanti tutto per una sola cosa: arrivare a queste manifestazioni sempre carico per incontrare le persone, che è la cosa più bella di questo lavoro». 

Gli altri ospiti della manifestazione

Non ci sarà soltanto Gabriele Dell’Otto a questa edizione autunnale di Romics 2023. Tanti ospiti, ci spiega la direttrice artistica Sabrina Perucca, «a cominciare dalle celebrazioni di un autore bonelliano a cui teniamo tantissimo, che è Roberto Diso, la matita di “Mister No”, e la presenza di Declan Shalvey, uno degli autori di punta Marvel e DC e Richard Anderson che è il grande concept Artist legato a Blockbuster come “Guardiani della Galassia”». I tre artisti, riceveranno nel corso della manifestazione il prestigioso riconoscimento del Romics d’Oro. Inoltre, tutti e tre gli autori avranno una mostra dedicata con alcuni dei loro lavori più famosi.

Tra le mostre, in particolare, una dedicata all’Uomo d’Acciaio nel solco delle celebrazioni per gli 85 di Superman. Oltre alla locandina di Gabriele Dell’Otto i visitatori potranno ammirare un’esposizione «che ripercorre la storia partendo da tavole degli anni ’50 con tutta una proposta immersiva nell’immaginario di questo supereroe molto amato, anche con un’interpretazione degli studenti dell’Istituto Europeo di Design che ne proporranno anche un’interpretazione attuale».

Le celebrazioni e gli incontri non mancheranno, come visibile dal nutrito programma consultabile sul sito dedicato all’evento. «Abbiamo i festeggiamenti per i 40 anni di Creamy – ricorda Perucca – con la presenza di Akemi Takada che tornerà a Romics e la presentazione di tantissime novità su tutti i fronti. Come uno sguardo alla letteratura disegnata. Questo è un grande momento per la trasposizione delle grandi opere a fumetti. Da PaperManzoni per Disney-Giunti, dedicato ai 150 anni dalla scomparsa di Manzoni, a un progetto molto interessante di Mondadori che riguarda la proposta di una delle opere di Calvino in occasione dei 100 anni dalla nascita».

E mentre i visitatori attendono l’inizio della manifestazione, l’organizzazione è già al lavoro per le prossime edizioni. «Perché ogni edizione richiede una cura e un’attenzione molto ampia – sottolinea Sabrina Perucca – Quindi diciamo che siamo con la testa ad aprile, ma su alcune cose anche su ottobre 2024, perché ovviamente soprattutto sul fronte internazionale bisogna muoversi con i tempi giusti». 

LEGGI ANCHE: Fiere del fumetto, tutte le manifestazioni in Italia

Articolo aggiornato in data 21 Settembre 2023
© Stampa Italiana 2020-2024 | Riproduzione riservata
www.stampaitaliana.online

Consigliati per te

Nuovi ingressi in Anica Academy Ets: Fondazione Eos e Labs di Fapav

Il CdA di Fondazione Anica Academy ETS, presieduto da Francesco Rutelli, ha approvato all'unanimità l’ingresso di altre due realtà che costituiscono un fiore all’occhiello del settore cinema e audiovisivo: Fondazione EOS - Edison Orizzonte Sociale ETS e LABS - Learn Antipiracy Best Skills di Fapav

Autrici a confronto, un incontro sulla violenza di genere

Tre libri con un unico filo conduttore, quello della violenza di genere e degli spunti per contrastarla. Questi i temi che hanno caratterizzato la rassegna Autrici a confronto, un incontro organizzato dall’On. Martina Semenzato, presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sul femminicidio

Giornali del Portogallo: l’elenco aggiornato

Dopo aver consultato il nostro elenco dei giornali italiani e avere visionato una o più testate giornalistiche presenti nelle nostre liste regionali, abbiamo pensato che poteva essere di tuo interesse anche una selezione dei giornali del Portogallo (jornais portugueses)