Festa della Repubblica, gli italiani la trascorreranno viaggiando

Almeno un italiano su due sceglierà di trascorrere la giornata, o anche tutto il prossimo weekend, viaggiando alla riscoperta dei luoghi più belli della Penisola. Dal mare alla montagna, passando per i piccoli borghi, questo sarà il primo vero banco di prova per il settore turistico dopo due anni di limitazioni dovute alla pandemia

La Festa della Repubblica, che si celebra ogni anno il 2 giugno, è una data molto importante per il nostro Paese. In questo giorno, infatti, ricorre l’anniversario del referendum del 1946 quando si passò dalla forma di governo della monarchia a quella della repubblica. Famosa la sfilata delle forze armate alla presenza del Capo dello Stato, che segue l’omaggio al Milite Ignoto all’Altare della Patria. Questa giornata, dal 2000 è diventata festa nazionale per volere dell’allora Presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi.

E mentre le Frecce Tricolore voleranno sui cieli della Capitale per la tradizionale sfilata delle forze armate, molti italiani sceglieranno di trascorrere in viaggio la giornata del 2 giugno. Sono soprattutto le alte temperature del periodo che porteranno circa 1 italiano su 2 (48 per cento) a organizzare gite fuori porta e picnic, fino a chi propenderà per una vera e propria vacanza che si protrarrà nel weekend. Come spiega un’indagine di Coldiretti, la Festa della Repubblica sarà un primo banco di prova delle prossime vacanze estive. Questo, nonostante le preoccupazioni derivate dal recente conflitto in Ucraino e dalla crisi dei prezzi di carburanti e materie prime, con la crescita dell’inflazione. 

festa della repubblica, il Presidente Mattarella alla parata del 2 giugno
Il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, con il ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, sulla Lancia Flaminia presidenziale durante la parata del 2 giugno 2022

Festa della Repubblica, le mete prescelte dai turisti

A prevalere tra le mete degli italiani è il mare. Spiagge e stabilimenti, infatti, hanno già dato il via alla stagione balneare e  qui sono attesi il 31 per cento dei viaggiatori. Anche la campagna, però, non è da meno. Qui e nei piccoli borghi del nostro Paese le previsioni parlano di un 28 per cento di visitatori. E le stime di Terranostra Campagna Amica prevedono, per il 2 giugno, anche un sold out degli agriturismi per chi ha scelto una vacanza di più giorni. Ad attirare è soprattutto la qualità della cucina a chilometro zero, unita alla riscoperta dei piccoli centri e degli ampi spazi delle campagne nostrane dove potrei dedicare a molteplici attività, dalle visite culturali agli sport Outdoor fino a delle semplici passeggiate. 

Chiude il podio delle destinazioni più apprezzate la montagna. A scegliere le alte vette, infatti, un buon 25 per cento di turisti. Infine, mentre un 10 per cento sceglierà altre destinazioni e attività, un 6 per cento passerà la Festa della Repubblica insieme ai parenti. In particolare modo tutti quelli che, a causa della pandemia, sono stati costretti a rimanere lontani dagli affetti familiari. 

i viaggi durante la festa della repubblica
Mare, campagna, montagna e riscoperta dei piccoli borghi sono le mete degli italiani per la Festa della Repubblica

Rilanciare il turismo

La Festa della Repubblica, quest’anno, è un appuntamento molto atteso per il settore turistico nazionale. Gli ultimi due anni, infatti, sono stati molto difficili per via dei blocchi dovuti alla pandemia che hanno costretto a rinunciare ai turisti stranieri e nostrani. Come ricorda la Coldiretti, «la riduzione della spesa in alloggi e nella ristorazione ha travolto a valanga interi comparti dell’agroalimentare Made in Italy, con vino e cibi invenduti che hanno messo in ginocchio l’intera filiera dei consumi che vale 1/3 della spesa alimentare degli italiani fuori casa». Ora, con la riapertura delle frontiere e il graduale stop a tutte le limitazioni sanitarie si spera che questo 2 giugno segni un rilancio per il settore turistico italiano. 

Articolo aggiornato in data 2 Giugno 2022
© Riproduzione riservata