lunedì 24 Giugno 2024

Festa del 25 aprile, storia della Liberazione e della Resistenza

Quella del 25 aprile è una delle feste laiche più sentite nel nostro Paese. In questa occasione si ricorda la Liberazione dell’Italia dal nazifascismo con una serie di celebrazioni in tutta la Nazione

Tempo di lettura stimato: 4 minuti

Ogni anno, il 25 aprile, si celebra la Festa della Liberazione. Si tratta di una delle ricorrenze laiche più sentite nel nostro Paese. La Festa del 25 aprile ricorda la liberazione del Paese dal nazifascismo e la resistenza attuata per il raggiungimento di questo obiettivo.

Col termine Resistenza, infatti, ci si riferisce alle azioni dei partigiani iniziate l’8 settembre 1943 fino al 25 aprile 1945, giorno in cui il Comitato di Liberazione Nazionale Alta Italia (CLNAI) proclamò l’insurrezione totale nei territori ancora occupati dai tedeschi. Inoltre, la stessa data corrisponde alla liberazione di Milano. 

Festa del 25 aprile, perché questo giorno

La scelta del 25 aprile per la Festa della Liberazione è una data simbolica. Infatti, è in errore chi crede che corrisponda al termine delle ostilità. La fine della guerra avverrà solo pochi giorni dopo, il 3 maggio 1945 dopo che il giorno precedente c’era stato il “cessate il fuoco” ufficiale in tutta Italia. 

Cosa ha portato quindi alla scelta di una data specifica per la Festa del 25 aprile? La decisione finale sarebbe stata presa da Alcide De Gasperi, allora presidente del Consiglio. Legare la Festa della Liberazione al 25 aprile, giorno in cui si rese palese l’attività del Clnai, venne visto come un modo per ringraziare i partigiani per la loro opera di resistenza.

Come viene celebrata

Per ricordare questo giorno, De Gasperi propose di istituire un giorno di festa nazionale. Tramite un decreto, emanato il 22 aprile 1946, il principe Umberto II di Savoia istituì per quell’anno la festa del 25 aprile. Ci furono decreti anche per gli anni  1947 e 1948. Soltanto dal 1949 la giornata del 25 aprile divenne definitivamente festa nazionale della Liberazione.

Nel Paese, ogni anno, si ricorda questa giornata con una serie di celebrazioni in tutte le città italiane. L’evento più sentito, però, è senz’altro l’omaggio del Presidente della Repubblica, insieme alle massime cariche dello Stato, al Milite Ignoto. In occasione di ogni 25 aprile, infatti, il Capo dello Stato depone una corona d’alloro per ricordare tutti gli italiani caduti e dispersi nelle guerre. 

Fra tutte le celebrazioni avvenute negli anni dal 1949 ad oggi, però, una data è senza dubbio diversa da tutte le altre. Si tratta del 25 aprile del 2020, quando a causa della pandemia furono sospesi tutti i cortei e le commemorazioni in piazza. In quell’occasione è emblematica l’immagine del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che da solo sale le scale del Vittoriano per deporre la corona d’alloro in un silenzio doppiamente emblematico e significativo.

festa del 25 aprile, manifesto 2024
Il manifesto della Festa della Liberazione 2024 (immagine da www.difesa.it)

Il Tricolore

Uno dei simboli della Festa del 25 aprile è senza dubbio la bandiera italiana. Proprio il Tricolore, infatti, è il simbolo scelto per il manifesto celebrativo del 2024. L’immagine della bandiera che sventola è accompagnata dalla frase “In difesa della libertà, ogni giorno”.

Cultura e Liberazione

Tante iniziative culturali per questa data. Infatti, per ricordare l’anniversario della Liberazione musei e parchi archeologici statali rimarranno aperti gratuitamente al pubblico. Le visite osserveranno i regolari orari di apertura con accesso su prenotazione online, quando previsto. 

Articolo aggiornato in data 25 Aprile 2024
© Stampa Italiana 2020-2024 | Riproduzione riservata
www.stampaitaliana.online

Consigliati per te

Nuovi ingressi in Anica Academy Ets: Fondazione Eos e Labs di Fapav

Il CdA di Fondazione Anica Academy ETS, presieduto da Francesco Rutelli, ha approvato all'unanimità l’ingresso di altre due realtà che costituiscono un fiore all’occhiello del settore cinema e audiovisivo: Fondazione EOS - Edison Orizzonte Sociale ETS e LABS - Learn Antipiracy Best Skills di Fapav

Autrici a confronto, un incontro sulla violenza di genere

Tre libri con un unico filo conduttore, quello della violenza di genere e degli spunti per contrastarla. Questi i temi che hanno caratterizzato la rassegna Autrici a confronto, un incontro organizzato dall’On. Martina Semenzato, presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sul femminicidio

Giornali del Portogallo: l’elenco aggiornato

Dopo aver consultato il nostro elenco dei giornali italiani e avere visionato una o più testate giornalistiche presenti nelle nostre liste regionali, abbiamo pensato che poteva essere di tuo interesse anche una selezione dei giornali del Portogallo (jornais portugueses)