lunedì 24 Giugno 2024

Earth Day 2024, in 50 anni persi 85mila km² di suolo

Persi 85000 km quadrati di terreni sotto la spinta del consumo di suolo. Inoltre, cementificazione e fotovoltaico selvaggio minacciano la produzione agricola aumentando la dipendenza dall’estero


Tempo di lettura stimato: 3 minuti

L’Earth Day 2024 porta con sé notizie non confortanti. Nell’ultimo mezzo secolo, infatti, è scomparsa un’area agricola grande quanto l’Austria. Una conseguenza di cementificazione e consumo di suolo che hanno sottratto all’Italia terreni fertili e produttivi, inseguendo un modello di sviluppo che ha messo a rischio l’ambiente e la sicurezza dei cittadini.

Si tratta di un dato diffuso dalla Coldiretti in occasione della Giornata della Terra. Nel 1970 la superficie agricola totale era pari a oltre 250mila km quadrati, l’83 per cento dell’intera Italia. Oggi, invece, è ridotta a meno di 165mila, ovvero il 55 per cento.

Earth Day 2024, la situazione italiana

In occasione dell’Earth Day 2024, la Coldiretti sottolinea qual è la situazione attuale italiana. L’abbandono delle campagne ha reso il Paese più fragile, poiché è venuta a mancare la costante opera di manutenzione svolta dagli agricoltori, specialmente nelle aree interne.

Un altro rischio è il pericolo  di frane e alluvioni. Oltre 9 comuni su 10 in Italia hanno parte del territorio in aree a rischio idrogeologico, aggravati dagli effetti del cambiamento climatico, in base all’ultimo rapporto Ispra.

Per effetto delle coperture artificiali i terreni, spiega la Coldiretti, non riescono, infatti, a garantire l’infiltrazione di acqua piovana che scorre in superficie aumentando la pericolosità idraulica. Un effetto del consumo di suolo che, secondo l’ultimo rapporto Ispra, viaggia alla velocità di 2,4 metri quadrati al secondo, con le coperture artificiali che sono arrivate a occupare poco meno di 22mila km quadrati.

Consumo di suolo, le conseguenze

Il consumo di suolo brucia 1 mld di cibo all’anno. La sottrazione di terreni agricoli alla produzione alimentare brucia in Italia 1 miliardo di euro di cibo all’anno, secondo una stima Coldiretti su dati Crea-Ispra. Questo anche per effetto del nuovo fenomeno del fotovoltaico a terra che cancella intere aree agricole produttive con distese di ettari di pannelli.

Secondo la Coldiretti, un modello di transizione energetica sostenibile è quello che vede le imprese agricole protagoniste. Ad esempio con le comunità energetiche, gli impianti solari sui tetti e l’agrivoltaico sostenibile e sospeso da terra che consentono di integrare il reddito degli agricoltori con la produzione energetica rinnovabile, con una ricaduta positiva sulle colture e sul territorio.

decarbonizzazione, un impianto agrivoltaico
Un impianto agrivoltaico (foto da www.legambiente.it)

Articolo aggiornato in data 22 Aprile 2024
© Stampa Italiana 2020-2024 | Riproduzione riservata
www.stampaitaliana.online

Consigliati per te

Nuovi ingressi in Anica Academy Ets: Fondazione Eos e Labs di Fapav

Il CdA di Fondazione Anica Academy ETS, presieduto da Francesco Rutelli, ha approvato all'unanimità l’ingresso di altre due realtà che costituiscono un fiore all’occhiello del settore cinema e audiovisivo: Fondazione EOS - Edison Orizzonte Sociale ETS e LABS - Learn Antipiracy Best Skills di Fapav

Autrici a confronto, un incontro sulla violenza di genere

Tre libri con un unico filo conduttore, quello della violenza di genere e degli spunti per contrastarla. Questi i temi che hanno caratterizzato la rassegna Autrici a confronto, un incontro organizzato dall’On. Martina Semenzato, presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sul femminicidio

Giornali del Portogallo: l’elenco aggiornato

Dopo aver consultato il nostro elenco dei giornali italiani e avere visionato una o più testate giornalistiche presenti nelle nostre liste regionali, abbiamo pensato che poteva essere di tuo interesse anche una selezione dei giornali del Portogallo (jornais portugueses)