Carta europea della disabilità, ora è possibile richiederla all’INPS

Si tratta di una procedura semplice per l’utente grazie a una verifica automatica della documentazione. La CED sostituisce a tutti gli effetti i certificati cartacei e i verbali e permette l’accesso a determinati servizi e convenzioni in Italia e in Europa

È ora possibile fare richiesta, tramite il portale INPS, della Carta Europea della Disabilità (CED), il documento che permette alle persone con invalidità riconosciute di accedere a servizi e agevolazioni loro riservate, in Italia e in tutti i Paesi dell’Unione europea.

Per la presentazione delle domande, l’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale, di concerto con il Ministro per le Disabilità, ha realizzato un servizio quanto più accessibile, semplice e trasparente. 

Carta europea della disabilità, facsimile
Un facsimile della Carta europea della disabilità (immagine dal sito disabilita.governo.it)

Carta europea della disabilità, come richiederla

La domanda può essere effettuata sul portale INPS direttamente dal beneficiario o dal suo rappresentante legale o da una delle associazioni di categoria accreditate. Il servizio verifica direttamente dagli archivi dell’Istituto la maggior parte delle informazioni necessarie sullo stato di invalidità o di handicap di cui la legge 104. È richiesta semplicemente una fototessera valida e, solo per alcune casistiche, un documento attestante lo stato di invalidità. 

Il cittadino verrà poi informato sull’iter di rilascio e consegna della carta prodotta dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato. Per la domanda per la Disability Card si accede attraverso il link diretto al servizio sul sito dell’INPS. Si accede all’era riservata del sito tramite Carta di Identità Elettronica (CIE), SPID o una Carta Nazionale dei Servizi (CNS).

A cosa servirà

La CED, che consente di attestare il proprio stato di invalidità solo esibendola congiuntamente al proprio documento di identità, avrà carattere dinamico. Grazie alla presenza del QR Code stampato sul retro, permette al cittadino di attestare sempre il suo stato di invalidità aggiornato. La Carta europea della disabilità, quindi, sostituisce a tutti gli effetti i certificati cartacei e i verbali. Inoltre, consente automaticamente l’accesso a determinati servizi e convenzioni in Italia e in Europa. Come l’accesso gratuito o a tariffe agevolate ai musei statali su tutto il territorio nazionale e a luoghi di cultura e non solo nei paesi UE aderenti al progetto (consultare i siti istituzionali nazionali).

Ulteriori informazioni sul funzionamento della Disability Card sono disponibili al sito  dedicato.

Articolo aggiornato in data 25 Febbraio 2022
© Riproduzione riservata