sabato 20 Aprile 2024

Assorup si prepara al suo primo Congresso nazionale

I rappresentanti dell’associazione hanno presentato i risultati raggiunti nei primi mesi e illustrato quelli che saranno i temi principali che verranno trattati durante il Congresso nazionale

Tempo di lettura stimato: 4 minuti

Assorup, l’associazione nazionale dei Responsabili unici del progetto (RUP) si prepara a dare il via ai lavori del suo primo congresso nazionale che si svolgerà a Roma il 6 e 7 ottobre. L’evento è stato presentato in una conferenza stampa presso la Camera dei Deputati. All’incontro hanno partecipato il presidente di Assorup, Daniele Ricciardi, e i consiglieri Gian Luca Proietti Toppi e Maristella Babuin.

Nel corso dell’incontro sono stati presentati gli sviluppi dell’associazione nei suoi primi mesi di attività e annunciati alcuni degli argomenti che saranno sviluppati nel corso del Congresso nazionale.

Assorup, cosa è e di cosa si occupa

«Assorup – ci spiega il presidente Daniele Ricciardi – è l’associazione nazionale dei responsabili unici del progetto, un’associazione che si prende a cuore il sistema dei contratti pubblici in questo Paese che conta lo scorso anno oltre 300 miliardi di euro spesi dalle stazioni appaltanti».

I Rup esistono dal 1994, tuttavia, aggiunge Ricciardi, «in 30 anni nessuno ha mai pensato di generare una comunità che possa offrire supporto reciproco e rappresentanza nelle istituzioni». Nonostante sia nata solo a gennaio del 2023, però, l’associazione conta già circa 400 associati su tutto il territorio nazionale, presenti in oltre 90 province.

Uno degli obiettivi principali di Assorup è il riconoscimento del merito. «Puntiamo alla professionalizzazione del ruolo del Rup, del responsabile unico di progetto, e naturalmente a una certificazione delle competenze attraverso una proposta di patente. La nostra ricetta è molto semplice: competenze, certificazione, incentivi. La parola merito deve essere estesa a tutti coloro che studiano, compresi i Rup, per i quali è finalmente prevista la formazione annuale obbligatoria».  Le competenze acquisite nel corso della formazione verranno poi verificate con un esame che accerterà il livello delle conoscenze.

Riconoscere gli incentivi

Attualmente, prosegue il presidente di Assorup, l’associazione «conta già oltre una decina di ambasciatori, persone che sui loro territori vogliono diffondere il messaggio di questa necessità di maggiori competenze, ma soprattutto anche del riconoscimento di incentivi. Quando il Rup fa bene la gara è giusto che abbia i suoi incentivi. la legge dal ’94 li prevede, ma meno del 50 per cento delle stazioni appaltanti in Italia li riconoscono».

La richiesta di incentivi, insieme alla proposta di una patente dei Rup sono solo alcuni degli argomenti che verranno trattati nel corso del Congresso nazionale. Tra gli altri punti ci sarà il tema dei fondi del PNRR che vanno spesi bene, perché sottolinea Ricciardi «non sono una vincita al superenalotto». Inoltre, si parlerà degli appalti nella sanità, un settore strategico del nostro Paese. «Occorre un tavolo tecnico per semplificare le regole degli appalti nella sanità nel rispetto della trasparenza e della concorrenza», conclude il presidente di Assorup.

Il Congresso nazionale

L’evento si svolgerà a Roma in alcune location di assoluto prestigio. Per il primo giorno è stata scelta la Sala della Regina alla Camera dei Deputati in Piazza Montecitorio. Inoltre, per favorire la massima partecipazione, sarà allestita anche una platea nella Sala Capranichetta di Piazza Montecitorio. Il secondo giorno dei lavori si svolgerà presso la Sala della Protomoteca, in Piazza del Campidoglio. All’evento parteciperanno, tra gli altri, il Vicepresidente della Camera, Sergio Costa, e il vicepresidente del Senato, Maurizio Gasparri. L’apertura dei lavori è prevista per le 14.00 di venerdì 6 ottobre e la chiusura alle ore 13 di sabato 7 ottobre.

Articolo aggiornato in data 4 Ottobre 2023
© Stampa Italiana 2020-2024 | Riproduzione riservata
www.stampaitaliana.online

Giornali del Portogallo: l’elenco aggiornato

Dopo aver consultato il nostro elenco dei giornali italiani e avere visionato una o più testate giornalistiche presenti nelle nostre liste regionali, abbiamo pensato che poteva essere di tuo interesse anche una selezione dei giornali del Portogallo (jornais portugueses)